15 fatti pazzeschi sulla Bolivia

Ultimo aggiornamento del 3 gennaio 2021 alle 05:15 pm

Questo post del blog è tutto sui fatti della Bolivia. Scopri fatti interessanti sulla cultura della Bolivia, il turismo e le attrazioni della Bolivia, le lingue ufficiali della Bolivia, il cibo della Bolivia e altro ancora!

La Bolivia per me è una gemma assoluta di un paese e dovrebbe sicuramente essere considerata per coloro che cercano di avventurarsi fuori dai sentieri battuti e scoprire una destinazione completamente unica in Sud America! È uno dei paesi meno conosciuti del continente, ma è estremamente ricco di storia e cultura, e ha alcuni dei paesaggi più diversi che abbia mai sperimentato. Inoltre, la gente del posto è onesta, aperta e amichevole! Mi considero estremamente fortunato di aver viaggiato attraverso la Bolivia in 2 occasioni e di aver sperimentato parte di ciò che questo posto incredibile ha da offrire. La Bolivia è senza dubbio un posto strano e meraviglioso e alcune delle cose che stai per imparare potrebbero sorprenderti. Iniziamo con 15 fatti pazzeschi sulla Bolivia!

#1. La Paz si trova a 3.650 metri sopra il livello del mare

La Paz è ufficiosamente la capitale amministrativa più alta del mondo. Mentre Sucre è la capitale ufficiale, La Paz è conosciuta come la capitale operativa a causa delle sue dimensioni, la posizione della banca centrale, i ministeri del governo e le ambasciate straniere. La Paz è una città colorata, vibrante e affascinante e sono sempre stupito (e messo in imbarazzo) dai locali che sono in grado di correre letteralmente su e giù per le scale e le colline della città (spesso piccole signore anziane con bambini caricati sulle spalle) mentre noi turisti ci aggiriamo senza fiato lottando per affrontare l’altitudine. Rimanendo in tema di altitudine, la Bolivia ha altre 2 pretese di fama di cui prendere nota. El Alto è la più alta grande città (grande città composta da una popolazione di oltre 100.000 persone) del mondo, a 4.150 metri sul livello del mare. È un ottimo posto per esplorare alcuni scenari fantastici. Ha anche un fantastico mercato un paio di volte a settimana dove principalmente la gente del posto va a caccia di occasioni. Mi è piaciuto molto e ho trovato delle vere chicche – alcune giacche anni ’80 che mi sono costate 50p e sono diventate la mia giacca della giungla durante la mia avventura con lo zaino in spalla! Infine, il lago Titicaca, che si trova al confine tra Perù e Bolivia, è il lago navigabile più alto del mondo, a 3.800 metri sopra il livello del mare!

#2. Sorprendentemente la Bolivia è il principale esportatore di noci del Brasile

Il numero 2 della nostra lista di fatti folli sulla Bolivia è che il principale esportatore di noci del Brasile è la Bolivia, non il suo vicino, il Brasile. Si dice che la Bolivia contribuisca ad oltre il 70% di tutte le noci del Brasile prodotte nel mondo!

#3. Puoi trovare lo specchio più grande del mondo in Bolivia

Salar de Uyuni è spesso descritto come lo specchio più grande della Terra e per una buona ragione! Questa destinazione mozzafiato è la più grande salina del mondo e può essere visitata tutto l’anno. È apprezzato dai viaggiatori e dai fotografi per il suo paesaggio mozzafiato e per l’opportunità di creare ricordi e immagini uniche giocando con la prospettiva e il riflesso nelle foto. La stagione delle piogge è tra gennaio e marzo. Questo è il periodo migliore per visitare il Salar de Uyuni se vuoi scoprire il famoso ‘Effetto Specchio’. C’è anche un noto hotel di sale in cui puoi alloggiare durante la tua avventura salata che è composto da oltre un milione di blocchi di sale per costruire i pavimenti, le pareti, i soffitti e i mobili! La Bolivia ha oltre 37 lingue ufficiali

Ora, questo è un fatto pazzesco! Le 37 lingue della Bolivia includono molte lingue indigene, come il Quechua, l’Aymara, il Guarani e altre 34. Queste includono il Bauré, una lingua arawakan quasi estinta parlata solo da 13 delle 200 tribù Baure…. quindi è meglio che ci esercitiamo!

#5. La famigerata prigione di San Pedro a La Paz è famosa

La prigione è stata resa famosa dal libro ‘Marching Powder’ scritto dal backpacker australiano Rusty Young! Il libro è un vero resoconto della vita all’interno delle mura della prigione, raccontato da Thomas McFadden. Se non conosci Thomas McFadden, è un viaggiatore britannico-tanzaniano che è stato catturato mentre cercava di contrabbandare oltre 5 chili di cocaina fuori dall’aeroporto di La Paz nel 1996. Il libro è un classico di culto sul sentiero gringo ed è una grande lettura! Molti viaggiatori (me compreso) hanno fatto dei tour non ufficiali della prigione per avere una visione affascinante della “vita all’interno”. Nel complesso, San Pedro è un’esperienza che apre gli occhi. È una prigione aperta senza guardie all’interno. I detenuti vivono e lavorano lì, essenzialmente “gestendo” i caffè, i ristoranti, i negozi e le palestre della prigione. I prigionieri lavorano e pagano anche l’affitto e hanno le loro famiglie che vivono con loro. Le mogli e i figli possono uscire dalla prigione durante il giorno per andare al lavoro o a scuola e poi tornare la sera. Giocare una partita a biliardo e bere una lattina di coca all’interno della prigione con un gruppo di detenuti è una delle esperienze più surreali della mia vita. Purtroppo, a causa della recente violenza, i ‘tour non ufficiali’ non sono più in funzione.

#6. Il tuo stato civile determina il tuo diritto di voto

In Bolivia, puoi votare a 18 anni se sei sposato! Se sei single, non puoi votare fino a 21 anni!

#7. La Bolivia ospita parte della foresta amazzonica

L’Amazzonia boliviana è un’altra esperienza meravigliosa. Mentre il fatto che la Bolivia ospita parte dell’Amazzonia non è super folle, c’è una leggenda piuttosto misteriosa! Qui, hai l’opportunità di vedere i famosi delfini di fiume rosa. Ma questi delfini possono essere un po’ più interessanti rispetto al vostro tursiope medio. Secondo un’antica leggenda amazzonica, al calar della notte queste maestose creature si trasformano in bei giovanotti ed escono dall’acqua vestiti di bianco per sedurre le giovani donne dei villaggi. Una volta che il sole sorge, ritornano al fiume e tornano alla loro forma originale di delfino!

#8. La gente (a volte) si veste da zebra

In Bolivia potresti essere sorpreso di vedere persone vestite da zebre per strada, ma non allarmarti – sono solo in giro ad aiutare i bambini ad attraversare la strada e ad educare la gente alla sicurezza stradale!

#9. La Bolivia ospita il 40% di tutta la vita animale & vegetale sulla Terra

La Bolivia ospita una quantità stravagante di fauna selvatica nelle sue foreste pluviali tropicali, nelle zone umide del Pantanal e nei parchi nazionali. Il Parco Nazionale Madidi è considerato il gioiello della corona! Madidi è di quasi 19.000 chilometri quadrati e ha un’incredibile varietà di specie. Guarda questi fatti pazzeschi: Si possono avvistare più di 270 specie di mammiferi tra cui il misterioso giaguaro e l’orso dagli occhiali, 1250 specie di uccelli tra cui l’interessante gallo delle Ande, quasi 500 specie di pesci, oltre 200 tipi diversi di anfibi e rettili e migliaia di specie di insetti. Più di 46 comunità indigene di sei diverse tribù chiamano ancora il Parco Nazionale Madidi la sua casa e praticano antiche tradizioni amazzoniche. Un’altra fama dell’umile Bolivia è che ospita il più grande santuario di farfalle del mondo, situato a Santa Cruz!

#10. È legale coltivare foglie di coca in Bolivia

Nel paese (e in altre parti del Sud America, comprese le alte regioni andine del Perù e il nord dell’Argentina) è abbastanza comune vedere la gente masticare foglie di coca, bere tè di coca o mangiare dolci di coca. Le foglie di coca sono note per avere scopi medicinali, blandi stimolanti e aiutano ad alleviare il mal di montagna.

#11. L’orologio del Palazzo Nazionale del Congresso va all’indietro

Per mescolare un po’ le cose e mantenere le cose interessanti nel 2014 l’orologio principale del Palazzo Nazionale del Congresso è stato riconfigurato per andare all’indietro. Il ministro degli Esteri della Bolivia David Choquehuanca ha dichiarato con orgoglio che il nuovo meccanismo non ortodosso è “L’orologio del Sud” ed è stato messo in atto non solo come un modo per incoraggiare la gente a pensare in modo diverso, ma anche come un cenno all’orgoglio del patrimonio e delle tradizioni indigene del paese e per consentire loro di connettersi con i loro antenati e radici indigene. I popoli indigeni Aymara e Quechua hanno un sistema di credenze tradizionali che dice che il passato sta davanti mentre il futuro sta dietro. Choquehuanca disse notoriamente: “Chi dice che l’orologio deve sempre girare in un modo? Perché dobbiamo sempre obbedire? Perché non possiamo essere creativi?”

#12. La strada più pericolosa del mondo è in Bolivia

Camino De Las Yungas, circa 50 chilometri a nord-est di La Paz è notoriamente conosciuta come la ‘Strada più pericolosa del mondo’ o piuttosto allegramente ‘Strada della morte’. Il tratto di strada di 56 km è responsabile di 200-300 morti ogni anno. Avrai modo di sperimentare ricordi non molto gentili di questo lungo la strada con croci e marcatori di coloro che sono precipitati verso la loro morte, posizionati strategicamente lungo il bordo della scogliera. Anche se le croci possono sembrare morbose, sono lì per riconoscere e rispettare i caduti, ma anche per ricordare agli automobilisti e ai drogati di adrenalina facilmente persuasi (proprio come me) in un folle giro in bicicletta dei pericoli, e di rimanere vigili in ogni momento!

#13. La lotta di Cholita è molto popolare

Un’attrazione popolare a La Paz e in altre parti della Bolivia sia per i locali che per i turisti è la famosa lotta di Cholita! Le donne si vestono con abiti colorati e tradizionali e combattono contro gli uomini. Anche se può sembrare abbastanza divertente e un po’ bizzarro, in realtà era un modo per le donne represse e abusate di superare la violenza domestica e per dare loro potere! Rappresenta un simbolo di forza e di unità femminile per combattere contro i loro abusatori! Quindi, per non essere da meno, c’è anche una tradizione per gli uomini… Questa si presenta sotto forma del Tinku Festival che si tiene tradizionalmente nelle prime settimane principalmente a Potosi. Tuttavia, può essere visto anche in altre parti del paese. È una tradizione Aymara boliviana e nasce come una forma di combattimento rituale. Tinku significa “incontro-scontro” in lingua aymara. Lo scopo della festa è quello di far incontrare uomini e donne di diverse comunità. Mentre i festeggiamenti iniziano in modo civile, con celebrazioni e danze, presto si formano dei cerchi e iniziano i canti. È a questo punto che gli uomini si picchiano a sangue!

#14. C’è un famoso mercato delle streghe a La Paz

Nessun viaggio a La Paz è completo senza visitare il famoso mercato delle streghe di La Paz. Il mercato è come niente che abbia mai visto prima ed è davvero un’esperienza incredibile. Sarete accolti dalle donne anziane e dagli stregoni seduti sulle entrate dei loro negozi e bancarelle che vendono tutti i tipi di lozioni e pozioni per alleviare una varietà di disturbi diversi. Sono anche lì per aiutarti a concedere incantesimi, che sia per amore, vendetta, fertilità o denaro – c’è qualcosa per tutti! Una delle cose più popolari che si possono vedere qui sono i feti di lama in vendita. Questi vengono spesso acquistati e sepolti sotto le fondamenta di una nuova casa, il sacrificio è chiamato cha’lla e viene visto come un dono a Pachamama (madre terra) e la sepoltura porta con sé buona fortuna, protezione e prosperità! Ora, questo è un fatto che vale la pena controllare.

#15. Non puoi trovare McDonald’s in Bolivia

La Bolivia è uno dei pochi posti al mondo dove non ci sono McDonald’s. La catena ha operato per circa 14 anni, ma a causa di un movimento politico e della pressione della nazione, Mcdonald’s si è esiliato dal paese sudamericano nel 2002. Era evidente dalle loro scarse vendite che la gente del posto non voleva comprare fast food da una corporazione globale. L’ex presidente Evo Morales una volta ha detto: “McDonald’s non è interessato alla salute degli esseri umani, solo ai guadagni e ai profitti aziendali”. Non temere, la Bolivia ha dell’ottimo cibo da provare, compreso il Cuy, che è la cavia sudamericana. Molto simile al vicino Perù e anche all’Ecuador, il Cuy è comunemente mangiato come carne tradizionale. È molto facile da allevare perché si riproducono rapidamente e occupano molto meno spazio del bestiame più tradizionale.

Ma ci sono alcuni piatti tradizionali boliviani molto gustosi…

Se hai bisogno di una cura per la sbornia, allora penso che il piatto tradizionale boliviano del Pique a lo Macho possa essere quello che fa per te! Questo piatto è un tipico piatto pieno di piccoli pezzi di manzo, patatine fritte, cipolle, uova, pomodoro e spesso condito con maionese, senape, ketchup e salsa piccante. L’omonimo deriva dal fatto che presumibilmente se sei ‘abbastanza uomo’ da finire l’intero piatto da solo (normalmente condiviso da una coppia o un piccolo gruppo) sei davvero Macho! Il più famoso Pique Macho viene da Cochabamba dove si dice sia stato creato. La leggenda metropolitana dice che una notte tardi un gruppo di amici ubriachi che avevano lavorato entrò in un ristorante vicino all’orario di chiusura chiedendo cibo. A causa del loro arrivo tardivo, la proprietaria del ristorante non aveva più molto cibo, ma gli uomini insistevano che avrebbero mangiato qualsiasi cosa. Lei preparò un mix dei suoi ingredienti avanzati e li servì con una salsa molto piccante che avrebbe aiutato la loro ubriachezza. Lei disse allora “piquen si son machos”… mangiate se pensate di essere abbastanza uomini, ed è così che ha preso il nome di Pique Macho.

Contattateci per un tour in Bolivia

Curiosi della Bolivia? Siamo qui per rispondere a tutte le tue domande! Si prega di contattare un consulente di viaggio esperto se avete domande riguardanti le saline di Uyuni o di viaggiare in altre destinazioni in Bolivia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.