7 modi per ottenere aiuto quando ti senti solo

In qualsiasi momento, almeno un terzo di noi si sente solo. Mentre scriviamo questo, l’allontanamento sociale della pandemia COVID-19 ha probabilmente spinto quella cifra più in alto.

Possiamo trovare conforto nel sapere che la solitudine non è uno stato permanente. Ci sono molti modi per affrontare e alleviare / guarire la solitudine. Ma prima, esploriamo la solitudine stessa.

I fatti della solitudine

La definizione di solitudine varia, ma è generalmente considerata una sensazione di essere soli più di una volta alla settimana, di aver bisogno di contatto con gli altri ma di avere difficoltà a raggiungerlo. La solitudine può essere causata dall’isolamento sociale, o può risultare nell’isolamento. Mentre l’isolamento è uno stato fisico, la solitudine è uno stato emotivo.

In uno studio del 2017 su 20.000 adulti americani di tutte le età, quasi il 50% ha riferito di sentirsi talvolta o sempre solo. “Almeno due su cinque … a volte o sempre sentono … che gli manca la compagnia (43%), che le loro relazioni non sono significative (43%), che sono isolati dagli altri (43%), e/o che non sono più vicini a nessuno (39%).”

Cigna U.S. Loneliness Index

La solitudine colpisce la nostra salute fisica, aumentando il rischio di declino cognitivo e di sonno scadente. Può influenzare la pressione sanguigna, il nostro sistema immunitario e l’infiammazione. Quando ci sentiamo soli, possiamo scivolare nella negligenza fisica, mangiando male e non facendo esercizio. La solitudine è stata giudicata avere lo stesso effetto sulla mortalità del fumare 15 sigarette al giorno. In un grande studio, le persone con una buona connessione sociale avevano effettivamente un rischio ridotto del 50% di morte precoce.

La solitudine può accompagnare sentimenti di bassa autostima e problemi di salute mentale come depressione, ansia, dipendenza, fobia, PTSD, disturbo bipolare o personalità borderline. La solitudine è associata a un aumento del rischio di depressione, suicidio, abuso di sostanze, stress e comportamento antisociale.

Il rischio di solitudine aumenta con vari fattori:

  • una mancanza di connessioni sociali
  • relazioni difficili
  • insorgenza di disabilità (come la perdita dell’udito) o problemi finanziari
  • importanti cambiamenti nella vita (morte di una persona cara, divorzio, trasferimento, pensionamento)
  • traumi, un ambiente domestico caotico, abuso domestico o bullismo
  • circostanze isolanti, come genitori single ed emergenze naturali o nazionali
  • essere vicino a qualcuno che si sente solo (hai il 52% di probabilità in più di sentirti solo tu stesso)

Come possiamo alleviare la solitudine e andare verso un futuro più soddisfacente?

Connettiti con te stesso

Per iniziare a riparare la tua solitudine, sintonizzati con essa. Ti sei sentito solo per molto tempo? O solo recentemente? Le tue relazioni sono profonde o superficiali? Hai paura di rivelare parti di te agli altri, anche alle persone che ti sono vicine? Hai avuto un’esperienza traumatica? Fatti delle domande per capire perché ti senti solo.

Cura di te stesso

La terapia può aiutarti a lavorare su fattori di solitudine come il dolore e le credenze e i comportamenti autolimitanti. La terapia è essenziale se è coinvolto un disturbo di salute mentale.

Mantieni la tua salute fisica. L’esercizio fisico è particolarmente importante per la salute mentale. È noto per ridurre l’ansia e la depressione, migliorare l’autostima e mitigare il ritiro sociale. Controlla la tua dieta e promuovi buone abitudini di sonno; imposta un orario limite per le attività online in modo che tu possa rilassarti e prepararti per il sonno.

Connettiti con gli altri

“Essere connessi agli altri socialmente è ampiamente considerato un bisogno umano fondamentale-cruciale sia per il benessere che per la sopravvivenza.”

Testimonianza della dottoressa Julianne Holt-Lunstad davanti alla Commissione per l’invecchiamento del Senato degli Stati Uniti, 2017

Siamo creature sociali che bramano la connessione. Se ti senti solo perché la tua rete sociale ha bisogno di essere ricostruita, mantieni e coltiva le relazioni che hai già. Prova a metterti in contatto con un vecchio amico, un vicino o un collega. Scrivi una lettera a un membro della famiglia e chiedi della sua storia familiare. Costruisci le tue connessioni esprimendo interesse nella vita degli altri.

Ricerca anche nelle tue interazioni quotidiane. Fai pratica di chiacchiere con i cassieri al negozio di alimentari o con i rappresentanti di servizi al telefono. In uno studio della Purdue University, i ricercatori hanno scoperto che le persone che hanno semplicemente stabilito un contatto visivo con gli estranei si sono sentite meno scollegate.

Ricorda che ci vuole tempo per formare nuove relazioni. Iniziate in piccolo e mettetevi in condizione di vedere le stesse persone portando a spasso il cane alla stessa ora ogni giorno, iscrivendovi a una classe, diventando un cliente abituale in un bar. Esercitati ad andare oltre le chiacchiere con domande più approfondite, ma sempre casuali: “Quale paese hai sempre voluto visitare?”

Curare gli altri

Quando ti senti solo è più probabile che tu sia “nella tua testa”. Concentrarsi sui bisogni degli altri ti aiuta a uscire da te stesso. Se possibile, fai del volontariato nella tua comunità. Taglia l’erba per un vicino disabile. Offriti di portare la zuppa a un amico malato. Vi farà uscire e darà ad entrambi un’interazione positiva per la giornata.

Tendi le tue ali

Prova cose nuove. Siate aperti a nuove esperienze, un nuovo hobby, un corso o uno sport. Se perseguite cose che vi piacciono, probabilmente troverete persone che la pensano come voi con cui connettervi. Puoi creare il tuo gruppo intorno a un interesse speciale con l’aiuto dei social media.

Fai un piano per affrontare la tua solitudine, su come puoi raggiungere e condividere di più. Se trovate difficile la condivisione, la terapia può aiutarvi a scoprire come favorire la vicinanza e la fiducia con gli altri. La terapia può anche aiutarti a lavorare sulle abilità sociali come iniziare conversazioni e cogliere gli spunti di comunicazione non verbale.

Rivificare ed elevare

Gli sbocchi creativi sono estremamente riparatori. Disegnare, scrivere o anche risistemare e illuminare il tuo spazio vitale può darti una spinta. La musica è un ottimo modo per connettersi con se stessi e con gli altri. Se non suoni, puoi ascoltare. Se suoni, rispolvera le tue abilità e cerca opportunità per suonare con altri.

Vai a fare una passeggiata o un giro in bicicletta. Osserva e goditi la natura. Fai un po’ di bird watching informale, o forse inizia un giardino nel patio. Prova la meditazione o la mindfulness per calmare l’ansia. Inizia un diario della gratitudine per mantenere una prospettiva positiva, e allenati ad aspettarti il meglio dagli altri.

Affrontare l’isolamento sociale della COVID-19

Tutti noi stiamo soffrendo durante questo periodo ansioso di isolamento sociale mentre affrontiamo ordini di stare a casa, incertezza e minacce alla nostra salute fisica. Forse stiamo soffrendo la nostra vita precedente in modi che non abbiamo nemmeno riconosciuto.

Per fortuna, possiamo connetterci attraverso i social media, le e-mail e le piattaforme di incontri online. Le conversazioni telefoniche erano un ottimo modo per connettersi; lo sono ancora. Gli amici e i parenti che si sentono soli probabilmente apprezzerebbero una chiamata. Possiamo indulgere in evasioni salutari come la musica, i libri o i film edificanti, magari usando la tecnologia per fare una festa con gli amici.

I rifugi per animali stanno registrando tassi di adozione record perché le persone riscoprono la compagnia di un cane o di un gatto. Ricorda che adottare un animale domestico è una decisione a lungo termine, ma gratificante se sei pronto ad assumerti la responsabilità.

Prestare attenzione alla tua salute mentale è più importante ora che mai. Ricorda che questo è temporaneo. La vita tornerà alla normalità, e nel frattempo, avrai praticato modi per alleviare la solitudine che ti sosterranno più avanti.

Costruire connessioni

La solitudine è una sensazione, non una certezza. Non incolpare te stesso per sentirti solo; succede a tutti noi. Abbiamo un bisogno umano fondamentale di connessione con gli altri. Se vi sentite soli troppo spesso per essere confortati, i consulenti di Best Day possono aiutarvi a valutare la situazione e a prendere provvedimenti per affrontarla.

Se avete pensieri suicidi, contattate la National Suicide Prevention Lifeline al 1-800-273-8255 per il supporto e l’assistenza di un consulente esperto. Se voi o una persona cara siete in pericolo immediato, chiamate il 911.

Come possiamo aiutarti?

Psichiatria e Counseling del giorno migliore è qui per aiutarti ad avere un giorno migliore e trovare un modo migliore. Trattiamo una vasta gamma di condizioni psichiatriche per bambini e adulti. Contattaci oggi, siamo pronti ad aiutarti:

Fayetteville: (910) 323-1543 – Fuquay-Varina: (919) 567-0684 – Raleigh: (919) 670-3939 – Greenville: (252) 375-3322

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.