8 fatti di base che ogni musicista dovrebbe conoscere sulla legge sul copyright

Ogni aspirante musicista deve conoscere le basi della legge sul copyright musicale. I musicisti che lavorano duramente alla loro arte rischiano di perdere il credito a causa dei ladri di musica, a meno che non imparino a proteggere se stessi e le loro creazioni.

Ecco otto fatti fondamentali sulla legge sul copyright che ogni musicista dovrebbe conoscere:

La protezione del copyright è presente alla creazione.

Il momento in cui si crea la musica è il momento in cui inizia la protezione del copyright. La creazione avviene quando la musica e/o i testi sono registrati, messi su carta, o altrimenti “fissati in una forma tangibile”, secondo l’US Copyright Office.

Per proteggere un copyright, il proprietario deve registrarsi.

Mentre il copyright si forma quando si crea, è necessario più andare in tribunale per far valere i propri diritti. Per citare in giudizio e chiedere i danni, i creatori devono possedere un copyright registrato presso l’US Copyright Office.

Un copyright stabilisce vari diritti per il proprietario.

Alcuni diritti stabiliti dalla proprietà di un copyright includono i seguenti:

  • Per riprodurre l’opera
  • Per adattare o organizzare l’opera
  • Per eseguire l’opera
  • Per esporre, distribuire, e/o vendere copie dell’opera
  • Per incorporare l’opera con immagini visive
  • Per dare licenza ad altri di fare una delle cose sopra elencate

La protezione per è per più di una vita.

In genere, per le opere pubblicate create dopo il 1 gennaio 1978, il copyright si estende per 70 anni oltre la vita dell’autore. Se c’è più di un autore, il copyright di solito si estende per 70 anni dalla morte dell’ultimo autore vivente.

Quando i musicisti creano opere per società o società a responsabilità limitata, questo è considerato “lavoro su commissione”, e le società o le società a responsabilità limitata sono i proprietari del copyright per 95 anni dalla sua prima pubblicazione o per 120 anni dall’anno della sua creazione, se scade prima.

Ai fini del diritto d’autore, una registrazione sonora è separata da una composizione.

Generalmente le registrazioni sonore sono protette da copyright separatamente dal copyright di una composizione musicale in quanto non sono considerate la stessa opera sotto la legge sul copyright.

I lavori musicali pubblicati e non pubblicati possono essere protetti da copyright.

I lavori non devono essere pubblicati da nessuna parte per essere protetti dal diritto d’autore; anche i lavori non pubblicati possono essere protetti dal diritto d’autore.

Regole speciali si applicano a coloro che vogliono eseguire versioni cover di canzoni protette dal diritto d’autore.

Per coloro che vogliono eseguire una versione cover di una canzone protetta dal diritto d’autore, devono essere pagate delle tariffe al proprietario del copyright per acquisire “diritti meccanici” per utilizzare la musica. Le tariffe attuali sono stabilite dall’US Copyright Office, ma si può anche passare attraverso un’organizzazione privata senza scopo di lucro chiamata Harry Fox Agency, che semplifica lo scambio di licenze.

Il “Poor Man’s Copyright” non è una buona protezione del copyright.

Potreste aver sentito dire che è possibile stabilire la data di creazione ai fini della legge sul copyright inviandosi una copia dell’opera e conservandola in una busta sigillata; questo è spesso chiamato “Poor Man’s Copyright.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.