ABOUT NATIONAL GEOGRAPHIC PARTNERS

Presidente, National Geographic Global Television Networks

Courteney Monroe è presidente di National Geographic Global Television Networks. Supervisiona la programmazione globale, le operazioni e il marketing per il portafoglio di canali National Geographic in tutto il mondo, che comprende National Geographic, Nat Geo WILD, Nat Geo People e Nat Geo MUNDO. Monroe è anche responsabile di tutte le operazioni, compreso lo sviluppo e la produzione di contenuti di marca, dei National Geographic Studios, l’unità di produzione televisiva interna.

Collaborando con talenti creativi di altissimo livello, Monroe lavora per sfruttare la potenza e la portata del marchio National Geographic per posizionare i canali National Geographic come le reti di scienza, avventura ed esplorazione migliori al mondo. Il suo impegno per una programmazione più ampia, di qualità e di alto livello ha dato i suoi frutti: Dal 2017, Monroe ha lanciato quattro delle serie più viste nella storia del network, tra cui ONE STRANGE ROCK del visionario Darren Aronofsky, che è stato visto da 81 milioni di persone a livello globale. National Geographic continua ad attrarre i migliori creativi della categoria, tra cui Brian Grazer, Ron Howard, Julianna Margulies, Lynda Obst, Arianna Huffington, Katie Couric, Guillermo Navarro, Antonio Banderas, Ridley Scott, Gordon Ramsay e Jeff Goldblum.

Sotto la sua guida, il network ha raccolto più consensi di critica e riconoscimenti di sempre. Per gli Emmy 2018, National Geographic e Nat Geo WILD hanno ricevuto 18 nomination combinate, compresi i cenni per il film documentario acclamato dalla critica JANE e per la serie antologica sceneggiata GENIUS: PICASSO. La rete ha portato a casa ben cinque premi Emmy per le arti creative. GENIUS: PICASSO ha vinto per la cinematografia e il mixaggio del suono per una serie limitata o un film, JANE ha vinto per la regia e la cinematografia per un programma nonfiction e LIFE BELOW ZERO ha vinto per la cinematografia per un programma reality. Nat Geo è diventata la prima rete nella storia a raccogliere tre premi Emmy per la cinematografia in un anno. E più recentemente, il pluripremiato FREE SOLO – l’emozionante e spietata scalata di El Capitan da parte di Alex Honnold – ha vinto sia l’Academy Award che il BAFTA come miglior documentario.

In un periodo di “peak TV”, Monroe si concentra sulla ricerca di formati innovativi e di argomenti e questioni rilevanti per la programmazione. Con National Geographic riconosciuto in tutto il mondo per il suo impareggiabile impegno nella narrazione della storia naturale e nell’artigianato cinematografico, Monroe collaborerà con il produttore esecutivo e vincitore del premio Oscar Navarro su HOSTILE PLANET nell’aprile 2019. Questa nuova serie attirerà l’attenzione sui più straordinari – quasi soprannaturali – resoconti di animali che si sono conformati alle più crudeli palle curve evolutive.

Monroe ha anche riportato National Geographic alle sue radici documentaristiche, svelando il banner National Geographic Documentary Films nel 2017. Da allora, la rete ha lanciato documentari lodati dalla critica e premiati come FREE SOLO, JANE, SCIENCE FAIR, INTO THE OKAVANGO, LA 92 e HELL ON EARTH. Il documentario JANE di Brett Morgen, sulla vita della leggendaria primatologa Jane Goodall e segnato dal compositore Philip Glass, è stato uno dei documentari più celebrati del 2017. Nel 2018, due film usciti sotto la bandiera di Documentary Films, JANE e LA 92, sono entrati nella short list degli Oscar per il miglior documentario, ed entrambi hanno vinto gli Emmy – LA 92 per merito speciale e JANE per il miglior regista e la migliore fotografia. Uscendo dal Sundance di quest’anno, il banner dei film doc ha commissionato REBUILDING PARADISE, diretto da Howard e prodotto da Grazer, e ha acquisito SEA OF SHADOWS, che è prodotto esecutivo da Leonardo DiCaprio.

National Geographic si tuffa ulteriormente nella programmazione scripted con THE HOT ZONE, dal produttore esecutivo Scott. Basata sull’omonimo best-seller internazionale di Richard Preston, la serie racconta le terrificanti vere origini del virus Ebola e ha come protagonista Margulies. Recentemente, la rete ha annunciato che il prossimo soggetto della serie antologica GENIUS sarà Aretha Franklin, e quest’estate entrerà in produzione BARKSKINS, dal produttore esecutivo Scott Rudin e basato sul libro vincitore del premio Pulitzer di Annie Proulx.

Monroe ha guidato il rebrand globale del 2017 in tutte le attività di National Geographic Partners, tra cui la rivista e i libri, lo studio di produzione, i media per bambini e le mappe – facendo il più grande rebrand nella storia della società. Un punto culminante di questo rebrand è stato il lancio della sua strategia di programmi premium, che comprendeva le prime stagioni di MARS e GENIUS.

Prima di diventare Global CEO, Monroe ha servito come CEO di National Geographic Channels U.S. È entrata nella rete come Chief Marketing Officer, gestendo il marchio e tutti gli aspetti della promozione. Ha anche supervisionato il consumatore e le comunicazioni commerciali.

Prima di entrare in National Geographic Channels U.S., Monroe è stata vicepresidente esecutivo, marketing per i consumatori e piattaforme digitali, per Home Box Office, dove era responsabile del marketing dei marchi HBO e Cinemax e della loro programmazione su tutte le piattaforme. Ha gestito campagne di marketing pluripremiate per molte delle proprietà di più alto profilo della HBO, come “Sex and the City”, “I Soprano” e “Game of Thrones”.

Prima di HBO, Monroe ha ricoperto posizioni di marketing presso American Express e Salomon Brothers.

Oggi, Monroe fa parte del consiglio di Makers, un programma di partnership per la promozione della leadership femminile sul posto di lavoro, ed è stata nominata nel comitato consultivo dei Peabody Awards.

I numerosi riconoscimenti di Monroe includono la lista CableFax’s 2018 Power 100 (n. 49), Broadcasting & Cable Hall of Fame (2018), Fast Company’s Most Creative People in Business (2017), The Hollywood Reporter’s Women in Entertainment Power 100 (2015-17), Realscreen Trailblazer (2017) e Multichannel News Wonder Women (Class of 2015). È stata nominata una donna da tenere d’occhio da Advertising Age nel 2013 e una donna da tenere d’occhio nel 2014 da Multichannel News.

Monroe ha conseguito un Bachelor of Arts presso il Williams College e un Master of Business Administration presso la Wharton Business School dell’Università della Pennsylvania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.