Aperture vs. Shutter Speed

Una ripresa di un getto d’acqua da un tubo; velocità dell’otturatore veloce per catturare un’immagine nitida delle gocce d’acqua in movimento.

Funzione dell’apertura rispetto alla velocità dell’otturatore

L’apertura e la velocità dell’otturatore controllano insieme la quantità di luce che raggiunge il sensore dell’immagine (o la pellicola) di una macchina fotografica. Il grado di esposizione del sensore alla luce determina la luminosità dell’immagine.

Se l’apertura (diametro del diaframma) è piccola, la profondità di campo (cioè la gamma di distanza in cui gli oggetti appaiono accettabilmente nitidi nell’immagine) è maggiore. Quindi tutti gli oggetti a varie distanze dal mirino saranno ugualmente a fuoco. Quindi il soggetto può trovarsi a una distanza maggiore dal piano di messa a fuoco e apparire comunque a fuoco nella fotografia.

La velocità dell’otturatore controlla il tempo in cui l’otturatore di una fotocamera rimane aperto. Quindi, in effetti, aiuta l’apertura a limitare la quantità di luce che può raggiungere l’oggetto. L’impatto della velocità dell’otturatore è più evidente quando si fotografano oggetti in movimento. Le immagini scattate con una velocità dell’otturatore più bassa sono sfocate e danno un senso visivo di movimento. Una velocità dell’otturatore più alta permette immagini chiare che sono ottime per catturare momenti specifici nel tempo, per esempio un’immagine nitida di un giocatore di calcio a mezz’aria.

Unità per specificare la velocità dell’otturatore e l’apertura

Diagramma di aperture decrescenti, cioè numeri f crescenti, con incrementi di uno stop. Ogni apertura ha metà dell’area di raccolta della luce di quella precedente. La dimensione effettiva dell’apertura dipende dalla lunghezza focale dell’obiettivo.

L’apertura è anche chiamata numero f (a volte chiamato rapporto focale, f-ratio, f-stop, o apertura relativa). È una rappresentazione del diametro del diaframma in termini di lunghezza focale dell’obiettivo. In altre parole, il numero f è la lunghezza focale divisa per il diametro “effettivo” dell’apertura. È un numero senza dimensione. I modi standard di rappresentare l’apertura sono in sequenza (f/2.8, f/4, f/5.6, f/8, f/11, f/16, ecc.).

Gli standard concordati per la velocità dell’otturatore sono 1/1000 s, 1/500 s, 1/250 s, 1/125 s, 1/60 s, 1/30 s, 1/15 s, 1/8 s, 1/4 s, 1/2 s, 1 s.

Correlazione tra velocità dell’otturatore e apertura

L’apertura e la velocità dell’otturatore determinano insieme l’esposizione. L’esposizione è misurata in valori di esposizione (EV), chiamati anche stop. Combinazioni multiple di velocità dell’otturatore e apertura possono dare la stessa esposizione: un’esposizione con una velocità dell’otturatore di 1/250 s e f/8 è la stessa di 1/500 s e f/5.6; o 1/125 s e f/11. Dimezzare la velocità dell’otturatore raddoppia l’esposizione (1 EV in più), mentre raddoppiare l’apertura aumenta l’esposizione di un fattore 4 (2 EV).

Video

Questo video spiega le definizioni di Apertura, ISO e Velocità dell’otturatore:

Il seguente video fornisce raccomandazioni su quali velocità dell’otturatore e aperture usare:

E questo video offre ulteriori raccomandazioni sulle impostazioni ISO, apertura e velocità dell’otturatore:

Etimologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.