Attacco allergico

La primavera è arrivata, spingendo la maggior parte di noi a dirigersi all’aperto per una passeggiata o per godersi il sole. Ma per molti che vivono in un luogo dove il vento arriva spazzando le pianure, la fine dell’inverno spesso significa l’inizio della stagione delle allergie.

“Gli occhi lacrimano, il naso è chiuso ed è difficile respirare”, ha detto il presidente OMRF Stephen Prescott, M.D. “Perché? La risposta è semplice: È tutto il polline nell’aria in questo periodo dell’anno.”

Nei nuovi dati per il 2015, la Asthma and Allergy Foundation of America ha classificato Oklahoma City n. 3 nella sua lista delle peggiori città per le allergie primaverili. Tulsa ha anche fatto la top 15, posizionandosi al 12° posto.

I famigerati venti dell’Oklahoma giocano un ruolo importante nello sniffling e negli starnuti. Quando la brezza si alza in questo periodo dell’anno – marzo e aprile sono storicamente i mesi più ventosi dello stato – porta con sé una grande partita di polline da alberi, erbacce ed erbe.

“Il polline è una polvere fine che le piante maschio producono in primavera per fecondare le piante femmina”, ha detto Prescott, un medico e ricercatore. “Per molte persone, respirare queste microspore non causa alcuna difficoltà.”

Secondo l’immunologo dell’OMRF Hal Scofield, M.D., le allergie sono un prodotto di un sistema immunitario confuso. “Se hai delle allergie, quando il tuo corpo percepisce una sostanza innocua come il polline, pensa di aver trovato un intruso pericoloso”, ha detto.

In risposta a questa minaccia percepita, il sistema immunitario crea anticorpi per legarsi al polline e spazzarlo via dal sistema. La reazione innesca il rilascio da parte del corpo di composti chiamati istamine, che innescano i sintomi dell’allergia come le vie respiratorie costrette, occhi acquosi e naso che cola.

“L’intero processo è un po’ come cercare di scacciare una mosca con un fucile”, ha detto Scofield. “Certo, funziona per sbarazzarsi del polline, ma è un po’ eccessivo.”

Le allergie possono farti sentire miserabile, ma rappresentano effettivamente una minaccia?

“A meno che tu non abbia un’asma grave, sono davvero più di una seccatura che altro”, ha detto Prescott.

Ancora, il disagio generale e la distrazione possono interrompere le attività quotidiane e ridurre la qualità della vita. E trattamenti come gli antistaminici possono essere altrettanto dirompenti, spesso causando sonnolenza e compromissione mentale.

“Si desidera trovare un farmaco per le allergie che colpisce l’equilibrio tra prevenire starnuti e congestione senza causare disorientamento,” ha detto Scofield. Suggerisce anche di mantenere le attività all’aperto al minimo.

Inoltre, Prescott raccomanda di assicurarsi che l’aria nella vostra casa sia filtrata attraverso un sistema di condizionamento dell’aria o un dispositivo simile.

“Se niente di tutto ciò aiuta, considerare di vedere un allergologo per cercare una terapia più ampia,” ha detto Prescott. “Oh, e se dovete andare fuori, cercate di aspettare che il vento si plachi”. Naturalmente, ha detto, “questo potrebbe non accadere fino a giugno.”

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.