BYU allenta le politiche per gli studenti non mormoni

Di Jaren Wilkey , via Wikimedia Commons

Brigham Young University ha modificato le sue politiche per gli studenti che lasciano la Chiesa LDS durante i loro studi.

La Brigham Young University (BYU) ha allentato il suo codice d’onore per facilitare gli studenti che chiedono di rimanere nel campus dopo aver lasciato la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Gli studenti non hanno bisogno di essere mormoni per frequentare la BYU, ma se entrano nella scuola come Santi degli Ultimi Giorni, devono rimanere devoti e ottenere l’approvazione dei loro leader di fede ogni anno, riporta il Salt Lake Tribune.

BYU, che è di proprietà della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (LDS), deve ora ottenere il permesso degli studenti di parlare con i leader della chiesa sulle loro circostanze di fede individuali.

Inoltre, gli studenti non devono più dimostrare “circostanze insolite” quando chiedono eccezioni all’approvazione dei loro leader di fede. Ora hanno solo bisogno di dare al preside una ragione “convincente” per cui meritano un’eccezione. Questo sembrerebbe essere un ostacolo minore da superare.

La portavoce della BYU, Carri Jenkins, ha spiegato il ragionamento dell’università di Provo, Utah. “Abbiamo fatto questo aggiustamento perché abbiamo pensato che fosse giusto.”

Ha continuato a notare che questi sono piccoli cambiamenti ad un processo che è stato in giro per molto tempo, e che era più di una politica di tolleranza zero per coloro che abbandonano la fede. “Quello che stiamo dicendo è che gli studenti possono presentare una petizione che sarà gestito su una base caso per caso.”

Un altro cambiamento, risalente al marzo del 2015, permette agli ex mormoni o altri senza le approvazioni di fede precedentemente richiesti per applicare a frequentare BYU attraverso una domanda simile.

BYU allenta la politica per gli studenti che petizione di rimanere, ma non vogliono 2go2 chiesa. Evviva!!! Permette a tutti di essere reali. https://t.co/fQdwquPOrX

– Josh James (@joshjames) August 19, 2016

La differenza tra studenti mormoni e non mormoni all’università va oltre l’impegno di fede. Gli studenti non mormoni pagano due volte di più di uno studente mormone (10.600 dollari contro 5.300 nell’ultimo anno scolastico) per le tasse scolastiche.

Questi cambiamenti arrivano sulla scia di una denuncia formale presentata da FreeBYU all’American Bar Association. FreeBYU è un gruppo di alumni che chiede che BYU permetta agli studenti che lasciano la fede mormone di rimanere a scuola se pagano la tassa che fanno gli altri studenti non mormoni. La denuncia affermava che BYU viola la legge federale sulla non discriminazione e minaccia la libertà intellettuale espellendo gli studenti che violano il Codice d’onore lasciando la chiesa o vivendo in relazioni omosessuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.