Come ho svezzato a freddo il mio bambino ossessionato dall’allattamento – Sarah A. Harris, MS, RDN

Non c’è niente di più semplice e nutriente del latte materno. La missione di SN è la prevenzione delle malattie – e comincia dall’infanzia. Ho fatto l’allattamento al seno fino a 15 mesi con il mio primo figlio (autosvezzato) e 24 mesi con questo. Questo è qualcosa da celebrare. Allattare al seno è difficile. Impegnativo. Può prendere un pedaggio sulla vostra sanità mentale. E la tua indipendenza. Non è per tutti.

Grazie al cielo per la formula, perché ha salvato molti bambini ed è una scelta migliore per alcune famiglie. Anche i bambini in formula prosperano. Sono un orgoglioso sostenitore di #fedisbest – conosco le sfide che le mamme affrontano quando scelgono come nutrire i loro bambini. C’è solo così poco supporto dopo la nascita per la mamma che allatta al seno. Detto questo – se stai allattando al seno – SONO QUI PER TE.

Sai cos’altro sull’allattamento al seno? È bellissimo. Non c’è letteralmente nulla. NULLA. Come un piccolo essere umano che ti fissa negli occhi mentre gli fornisci il nutrimento di cui ha bisogno per crescere il suo piccolo cervello, cuore, organi e muscoli – dal tuo stesso corpo. Gratis. Non c’è bisogno di uno scaldabiberon. È pura magia.

Sono stata una fortunata. Una di quelle mamme che non hanno avuto a che fare con mastite, labbra e lingue spaccate, prematurità, tornare al lavoro 2 settimane dopo il parto, famiglie che non supportano, datori di lavoro che non supportano, ecc. Così. tanti. ostacoli.

Per quanto io sia stata fortunata, e per quanto sia bello – è quasi impossibile trovare qualcosa su COME FARE A FINIRE? Quindi, ecco qualcosa.

Cosa mi ha fatto fare?

Il pediatra di Ethan mi ha suggerito di svezzarlo a 1 anno e che se avessi continuato ad allattarlo durante la notte, avrebbe probabilmente portato al divorzio.

Cool doc, grazie per l’avviso.

NEXT.

Non è stata sicuramente lei a farmelo fare.

Quando aveva circa 18 mesi, stavo cominciando a diventare pronto per lo svezzamento, almeno durante la notte.

L’ho svezzato con successo durante la notte intorno ai 20 mesi circa.

È stato svezzato di notte per circa una settimana – finché non siamo rimasti una notte alla nana.

Di nuovo al punto di partenza.

L’ho svezzato di nuovo durante la notte, solo per essere sabotato di nuovo dal viaggio (essendo fuori dalla normale routine e dalla sua culla & stanza).

Ho capito che avrebbe dovuto essere un tacchino freddo per dormire ancora durante la notte.

La diagnosi di cancro al collo dell’utero e l’imminente isterectomia hanno giocato un ruolo importante nella decisione.

Volevo essere in grado di concentrarmi sulla mia guarigione senza essere ostacolata dal compito di nutrire qualcun altro.

Grande colpo di scena – un weekend di 3 giorni era alle porte, e allattare durante la notte mi aveva esaurito e aggravato per l’ultima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.