Come si sente il respiro corto? Ecco cosa dicono i medici del Coronavirus

Avrete probabilmente sentito che i sintomi del COVID-19, la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus, sono simili all’influenza. Ma ha alcune caratteristiche distintive, che includono la sensazione di mancanza di respiro.

Ma, se sei una persona generalmente sana, è improbabile che tu abbia sperimentato questo nella tua vita quotidiana e il termine può confondere un po’.

Advertisement – Continue Reading Below

Questo naturalmente solleva alcune domande su cosa, esattamente, la mancanza di respiro si sente. È simile a sentirsi senza fiato dopo essere andati forte sul tapis roulant o è qualcosa di completamente diverso? Va e viene o è costante? Abbiamo chiesto ai medici di spiegarci tutto.

Come si sente il respiro corto, esattamente?

C’è un termine medico per la mancanza di respiro: dispnea. Di solito è descritta come una stretta intensa nel petto, come se si avesse “fame” d’aria, difficoltà a respirare o mancanza di respiro, dice l’American Lung Association (ALA). “Ci si sente come se non si ricevesse abbastanza aria”, dice David Cutler, M.D., un medico di medicina familiare presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, Calif.

Le persone possono sperimentare la mancanza di respiro quando camminano, salgono le scale, corrono, o anche quando stanno fermi, dice l’ALA. “Si può sperimentare a volte, tutto il tempo, e può essere off e on”, dice il dottor Cutler.

Quali condizioni di solito causano la mancanza di respiro?

Molte altre malattie oltre la COVID-19 possono causare questo sintomo. La maggior parte della mancanza di respiro è dovuta a condizioni cardiache e polmonari, dato che il cuore e i polmoni sono coinvolti nel trasporto di ossigeno al corpo e nella rimozione dell’anidride carbonica, spiega l’ALA. Problemi con una di queste cose possono avere un impatto sulla respirazione. L’ALA chiama specificamente queste condizioni che possono portare alla mancanza di respiro:

  • Asma
  • Infiammazioni nella malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD)
  • Reazioni allergiche
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Attacchi di cuore
  • Pressione bassa
  • Polmonite (una complicazione di COVID-19 e influenza)
  • Anemia
  • Un blocco in gola
  • Insufficienza cardiaca
  • Un cuore ingrossato
  • Battiti cardiaci anomali
  • Soffocamento
  • Inalazione di un oggetto estraneo nei polmoni
  • Sindrome di Guillain-Barré Syndrome
  • Miastenia gravis (una condizione che causa debolezza di alcuni muscoli)
  • Un coagulo di sangue nei polmoni
Advertisement – Continue Reading Below

Ansia, che molte persone stanno vivendo in questo momento, può anche causare mancanza di respiro, sottolinea Kathryn A. Boling, M.D., un medico di base al Mercy Medical Center di Baltimora.

Come si fa a capire se si ha veramente il fiato corto?

Ci sono alcune cose che si possono fare per capire se si ha il fiato corto. Una è vedere quanto bene riesci a respirare quando parli. “Quando ho un paziente che non è in grado di mettere insieme diverse parole senza prendere fiato, mi preoccupo che abbia il respiro corto”, dice il dottor Boling.

Storie correlate

Inoltre, se sei semplicemente seduto a guardare la TV e ti sembra di non riuscire a prendere abbastanza aria, potresti avere il respiro corto, dice. Lo stesso vale se sei sempre stato in grado di camminare intorno al tuo posto o fare le faccende senza problemi e improvvisamente bisogno di prendere fiato nel processo, dice Purvi Parikh, M.D., un allergologo con Allergy & Asthma Network.

Se avete una condizione di base e sono particolarmente preoccupati, un monitor chiamato un pulsossimetro – un dispositivo che misura la quantità di ossigeno nel sangue – può anche aiutare a dare qualche prospettiva, dice il dottor Cutler. “Puoi comprarne uno nella tua farmacia locale per circa 20 dollari”, dice.

Questi dispositivi non sono perfetti, ma il dottor Cutler dice che può essere un “buon strumento di screening” per te. “Se il numero è normale, cioè superiore a 95, è una buona rassicurazione che non c’è niente da fare”, dice. Ma se è meno di 95 e semplicemente non ti senti bene, è una buona idea chiamare il tuo medico, dice il dottor Cutler.

Advertisement – Continue Reading Below

Quando si dovrebbe andare in ospedale per mancanza di respiro?

In questo momento, non è una buona idea pensare all’ospedale come prima linea di difesa se non sei in una situazione di emergenza reale. “Si può essere esposti al coronavirus in ospedale”, sottolinea il dottor Boling. Se hai il fiato corto ma ti senti generalmente bene, ti consiglia di chiamare il tuo medico di base per discutere i tuoi sintomi. Questo è vero anche se pensi di avere il COVID-19, perché è fondamentale per cercare di aiutare a prevenire la diffusione del virus ad altri.

Potresti avere i requisiti per un test COVID-19 solo se senti altri sintomi associati alla malattia insieme alla mancanza di respiro, come febbre, tosse secca, produzione di espettorato o mal di gola. Questo è particolarmente vero se hai viaggiato in una zona con un alto numero di casi o sei stato direttamente in contatto con qualcuno a cui è stato diagnosticato il COVID-19.

Il dott. Parikh dice che dovresti chiamare il tuo medico al più presto o andare al pronto soccorso se hai il respiro corto insieme ai seguenti sintomi:

  • Dolore al petto o senso di oppressione
  • Gelo
  • Le labbra diventano blu
  • Sensazione di testa leggera
  • Sensazione di non riuscire a far entrare abbastanza aria

Ti piace quello che hai appena letto? Ti piacerà la nostra rivista! Vai qui per abbonarti. Non perderti niente scaricando Apple News qui e seguendo Prevention. Oh, e siamo anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.