Cos’è un derivato?

I derivati sono prodotti finanziari che derivano il loro valore da una relazione con un’altra attività sottostante. Queste attività sono tipicamente titoli di debito o azionari, materie prime, indici o valute, ma i derivati possono assumere valore da quasi tutte le attività sottostanti.

Cos’è un derivato?

Ci sono molti tipi di derivati, ma tutti rappresentano un mezzo per gestire il rischio. Per esempio, un’azienda che dipende da una particolare risorsa per operare potrebbe stipulare un contratto con un fornitore per acquistare quella risorsa con diversi mesi di anticipo ad un prezzo fisso. Se si tratta di una risorsa con un valore di mercato che fluttua regolarmente, l’azienda è in grado di bloccare un prezzo per un determinato periodo di tempo.

In questo esempio, il derivato è il contratto e l’attività sottostante è la risorsa acquistata. Se il prezzo della risorsa sale più del previsto durante la durata del contratto, l’azienda avrà risparmiato denaro. Se il prezzo scende o sale meno del previsto, l’azienda avrà perso denaro. Tuttavia, in alcuni casi, una piccola perdita potrebbe essere considerata un costo accettabile per la stabilità dei prezzi.

Come funzionano i derivati

I derivati possono essere usati come strumenti speculativi o per coprire il rischio. Possono aiutare a stabilizzare l’economia o metterla in ginocchio in modo catastrofico. Un esempio di derivati che erano imperfetti nella loro costruzione e distruttivi nella loro natura sono i famigerati titoli garantiti da ipoteca (MBS) che hanno portato al crollo dei mutui subprime del 2007 e 2008.

Tipo, i derivati richiedono una forma più avanzata di trading, tra cui speculazione, copertura, opzioni, swap, contratti futures e contratti forward. Se usate correttamente, queste tecniche possono avvantaggiare il trader gestendo attentamente il rischio. Tuttavia, ci sono momenti in cui i derivati possono essere distruttivi sia per i trader individuali che per le grandi istituzioni finanziarie.

Tipi di derivati

I derivati possono essere acquistati attraverso un broker come “exchange-traded” o contratti standardizzati. Puoi anche comprare derivati in contratti over-the-counter (OTC), non standard.

Contratti futures

I contratti futures sono usati prevalentemente nei mercati delle materie prime. Rappresentano un accordo per acquistare una materia prima a un prezzo stabilito in una specifica data futura. Sono standardizzati per prezzo, data e dimensione del lotto e scambiati attraverso uno scambio. Inoltre, tutti i contratti si regolano giornalmente.

Contratti a termine

I contratti a termine funzionano come i futures. Tuttavia, questi sono contratti non standardizzati e scambiati fuori borsa. Poiché non sono standardizzati, le due parti possono personalizzare gli elementi dei contratti per soddisfare le loro esigenze.

Come i futures, c’è un obbligo di acquistare o vendere il bene sottostante alla data e al prezzo dato. Ma a differenza dei futures, questi contratti vengono liquidati alla data di scadenza, o di fine, e non giornalmente.

Opzioni

Le opzioni danno al trader proprio questo: un’opzione per comprare o vendere una particolare attività ad un prezzo concordato entro un tempo specificato.

Le opzioni vengono scambiate principalmente su borse come il Chicago Board Options Exchange o l’International Securities Exchange come contratti standardizzati.

Le opzioni possono essere rischiose per i trader individuali, ma i derivati negoziati in borsa come questi sono garantiti dalla Options Clearing Corporation (OCC), una stanza di compensazione registrata presso la Securities and Exchange Commission. L’acquirente e il venditore di ogni contratto di opzione entrano in una transazione con lo scambio di opzioni, che diventa la controparte. In effetti, la OCC è l’acquirente verso il venditore e il venditore verso l’acquirente.

Swaps

Società, banche, istituzioni finanziarie e altre organizzazioni stipulano abitualmente contratti derivati noti come swap di tassi di interesse o swap di valuta. Questi hanno lo scopo di ridurre il rischio. Possono effettivamente trasformare il debito a tasso fisso in debito a tasso variabile o viceversa. Possono ridurre la possibilità di un grande movimento di valuta, rendendo più difficile pagare un debito nella valuta di un altro paese. L’effetto degli swap può essere considerevole sul bilancio in quanto servono a compensare e stabilizzare i flussi di cassa, le attività e le passività.

Avvenimenti degni di nota

Un esempio dei rischi che derivano dai derivati può essere trovato negli eventi che hanno portato alla crisi dei mutui subprime. L’incapacità di identificare i rischi reali di investire in titoli garantiti da ipoteca e altri titoli, e di proteggersi adeguatamente contro di essi, ha causato una catena a margherita di eventi. Società, istituzioni e organizzazioni interconnesse si sono ritrovate istantaneamente in bancarotta a causa di una posizione in derivati mal scritta o strutturata con altre imprese che sono fallite.

Un motivo importante per cui questo pericolo è incorporato nei derivati è il rischio di controparte. La maggior parte dei derivati si basa sul fatto che la persona o l’istituzione dall’altra parte dello scambio sia in grado di rispettare la propria parte dell’accordo.

Quando si usa la leva finanziaria per entrare in complessi accordi derivati, le banche e le altre istituzioni possono avere grandi valori di posizioni derivate nei loro libri contabili solo per scoprire, quando tutto viene svelato, che c’è molto poco valore reale.

Il problema si aggrava perché molti contratti derivati scritti privatamente hanno chiamate di garanzia incorporate che richiedono alla controparte di mettere più contanti o garanzie proprio nel momento in cui probabilmente avranno bisogno di tutto il denaro possibile, accelerando il rischio di fallimento.

Punti chiave

  • I derivati possono essere usati per la speculazione, come comprare una merce in anticipo se si pensa che il prezzo possa salire presto.
  • I derivati possono essere usati per coprire il rischio stipulando un contratto a lungo termine ad un prezzo fisso per una merce con un prezzo volatile.
  • Ci sono diversi tipi di derivati.
  • La crisi dei mutui subprime è un esempio del rischio connesso ai derivati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.