Cosa ho imparato esplorando il mondo frizzante e fermentato del kombucha fatto in casa

Foto, iStock.

Il kombucha – una bevanda al tè frizzante e fermentata con bolle galleggianti e gelatinose che ha un sapore molto migliore di quello che sembra – è la bevanda sana del momento. Si suppone che sia in giro da quasi quanto il tè stesso, ma fino a poco tempo fa non si poteva trovare facilmente sugli scaffali dei negozi.

La sua attuale popolarità deriva dalla sua abbondanza di probiotici (ottimo per la salute dell’intestino) e vitamine B. Gli evangelisti del kombucha sostengono che può migliorare la digestione, l’energia e rafforzare il sistema immunitario grazie ai suoi aminoacidi, ma nessuno studio scientifico ha effettivamente sostenuto queste affermazioni. Per me, tuttavia, non si può negare la sua squisitezza.

Dopo che diversi cicli di antibiotici hanno preso un pedaggio sul mio tratto digestivo qualche anno fa, ho provato il kombucha e mi sono subito innamorato del suo sapore piccante. Ma a circa 4 dollari a botta, mi sono reso conto che non potevo permettermi l’abitudine di bere comprato in negozio. Così, ho deciso di fare il mio – qualcosa che, garantito, non è per tutti, in quanto alcuni passi devono essere seguiti per garantire la sicurezza.

Pubblicità

Di seguito, le mie note sulla mia prima incursione nel meraviglioso, spumeggiante, solo leggermente spaventoso mondo del kombucha fatto in casa.

Prima partita

Prima di iniziare, qualche diligenza: Come per qualsiasi produzione e fermentazione casalinga, assicuratevi di fare la vostra ricerca prima. La corretta sanificazione, la pulizia generale e il rispetto delle ricette è un must (e nota, questa storia non vuole essere una guida). Ho ordinato The Big Book of Kombucha e l’ho studiato da cima a fondo prima di iniziare a produrre. Inoltre, il Kombucha è considerato un prodotto crudo (non pastorizzato), proprio come il formaggio crudo e alcuni sidri e succhi di frutta, quindi prendete le stesse precauzioni quando lo consumate.

Per fare il kombucha da soli, è necessario ottenere sia uno SCOBY (colonia simbiotica di batteri e lieviti) che del kombucha da qualcuno che sta già producendo. Ho avuto entrambi da mia cognata, ma se non hai un amico benevolo, alcuni negozi specializzati come Tonica vendono un kit di kombucha iniziale.

Ho seguito una ricetta da The Big Book of Kombucha che fa un lotto di 16 tazze in 7 a 21 giorni (risultati di brew più breve in booch dal sapore più dolce; più lungo è più funky, più aceto). Una volta impostato, ho annidato il vaso nella mia conigliera per fare la sua cosa. (Il posto ideale per fermentare il kombucha è lontano dalla luce diretta del sole, in una zona ben ventilata).

Pubblicità

Da sinistra: Starter kombucha nella ciotola; SCOBY; primo lotto di kombucha pronto a fermentare.

Genitore elicottero

Durante i primi due giorni di fermentazione, il mio libro consigliava che è meglio che il kombucha sia tenuto al caldo, per mantenere la fermentazione. Toronto è stata colpita da un’ondata di freddo, quindi, come una buona madre, ho tenuto una bottiglia di acqua calda annidata accanto ad essa.

Il mio kombucha annidato nella mia conigliera e tenuto al caldo con una bottiglia di acqua calda.

Dopo un paio di giorni, ho notato che il tè è diventato leggermente torbido, le bolle (un sottoprodotto del processo di fermentazione che danno al kombucha la sua carbonatazione naturale) hanno iniziato a formarsi e il barattolo puzzava decisamente di kombucha – lievito e aceto, un po’ come i calzini da ginnastica sudati.

Primo assaggio

Secondo le indicazioni del mio libro, dopo circa una settimana il mio kombucha era pronto da assaggiare. Non voglio mentire, ero un po’ nervoso a questo punto di dargli un assaggio, ma sono stato piacevolmente sorpreso. Il tè era ancora più dolce del kombucha a cui sono abituato, ma sapeva decisamente di booch. Pensate: succo di frutta effervescente, con un inconfondibile tocco aceto dalla fermentazione.

Pubblicità

Bottling!

Tendo ad essere un tipo di persona tutto o niente, così quando ho deciso di produrre il mio kombucha, ho ordinato un’intera cassa di bottiglie swing-top (queste hanno la migliore tenuta) da un negozio locale di fornitura della birra. L’intero processo mi ha preso circa un’ora e mezza, poiché le bottiglie dovevano essere accuratamente igienizzate prima di riempirle. Una volta che era tutto imbottigliato, ho rimesso tutto nella mia dispensa per fare una seconda fermentazione per alcuni giorni – questo aumenta la carbonatazione, dal momento che i gas sono ora intrappolati.

Test del gusto

Dopo alcuni giorni era passato, ho messo tutte le bottiglie in frigorifero per rallentare la fermentazione. I baby SCOBY possono crescere nella bottiglia. Il mio libro dice che puoi filtrarli o, come faccio io, ingoiarli.

Ho aperto la mia prima bottiglia da gustare con la cena e whoa, carbonatazione! Non tanto quanto il kombucha comprato in negozio, ma c’era sicuramente. Aveva anche un buon sapore, non troppo dolce, non troppo aceto, quasi come il sidro di mele (e niente come il tè).

Pubblicità

Guarda che carbonazione naturale!

Bocchetta aromatizzata all’uva!

Pensieri finali

Ho fatto cinque lotti. Ho aromatizzato il secondo e il terzo lotto con succo d’uva Concord, dato che il mio preferito comprato in negozio è aromatizzato all’uva, e il mio lotto più recente con succo di ciliegia. Finora, ho calcolato che sto risparmiando un sacco di soldi (il che mi aiuta a giustificare l’acquisto di succo costoso per l’aromatizzazione):

SUPPLIES:

  • Box di tè = $6 (4 lotti per scatola di 20 sacchetti) = $1.50 per lotto
  • Borsa da 2 kg di zucchero = $3.50 (10 lotti per sacco) = $0.35 per lotto
  • Acqua = gratis!
  • Succo d’uva = $6 (3 lotti per bottiglia) = $2

Totale (8 bottiglie per lotto):

  • Costo per bottiglia non aromatizzata = $0.23
  • Costo per bottiglia aromatizzata: = $0.48

All’inizio, ero completamente terrorizzato che qualcosa andasse storto, e che fosse tutto inutile. La produzione e l’imbottigliamento richiedono tempo, perché bisogna prestare molta attenzione alle corrette pratiche sanitarie, ma non è difficile. Si può dire che sono dipendente.

Pubblicità

Più:
Real Housewives ha colpito Toronto! E altri 5 nuovi show televisivi da guardare a marzo
Sottoscrivi la nostra newsletter
Come chiedere scusa: 5 consigli degli esperti per renderlo più facile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.