Dolore bruciante alle cosce dopo un allenamento pesante con lo squat? Potrebbe essere accumulo di acido lattico

“Gli atleti si allenano in modo da poter aumentare la loro soglia evitando completamente l’accumulo di acido lattico”, dice Dalmia. “Quando ti alleni dopo molto tempo e senti i muscoli bruciare, è l’accumulo”, dice. Questo significa che se puoi aumentare la tua soglia puoi raggiungere i tuoi obiettivi di fitness molto più facilmente allenandoti più a lungo e più duramente. “Lo chiamo più potenza senza fatica”, dice Dalmia.

Ecco cosa puoi fare per prevenire l’accumulo di acido lattico

“Per prima cosa dovresti riscaldarti. Di solito facciamo solo cinque minuti di stretching, ma non è sufficiente”, suggerisce Shivdasani. È meglio andare per un allenamento dinamico che aiuta a ossigenare l’intero corpo, prevenendo così l’accumulo. Dalmia suggerisce che tutti gli arti dovrebbero essere liberati dall’alto verso il basso con lo stretching. Poi un riscaldamento dinamico come camminare, jogging lento e calci è l’ideale. “Andate piano – molte persone passano dall’essere patate da divano a correre maratone, ma dovete aumentare progressivamente l’intensità”, dice Shivdasani. “Di solito le persone che fanno esercizi ad alta intensità ottengono l’accumulo”, dice Dalmia. Anche se si vuole entrare nell’HIIT, è importante costruire i propri livelli di fitness invece di tuffarcisi dentro. “Se ci si allena da molto tempo, è importante prendersi due giorni di riposo nella settimana per drenare le scorie”, dice Dalmia. D’altra parte, se hai appena iniziato a esercitare, allora è importante fare forme più dolci di attività come camminare e stretching due giorni a settimana in modo che i muscoli si abituino all’esercizio. Alcuni esperti suggeriscono anche di fare schiuma per rompere l’accumulo nei muscoli per aiutare ad alleviare il dolore.

Inoltre, l’ossigenazione muscolare può anche essere controllata con i cibi giusti. “Hai bisogno di una certa quantità di carboidrati prima di un allenamento. E poi proteine e carboidrati dopo l’allenamento per dare energia ai muscoli”, dice il dottor Shivdasani. Inoltre, raccomanda le barbabietole per aiutare: “Trovo che il succo di barbabietola si converta in ossido nitrico, che aumenta la dimensione dei vasi sanguigni portando a una migliore ossigenazione”. Bere il succo un’ora prima dell’allenamento o le barbabietole intere a cena la sera prima di un allenamento o di una maratona. “L’acqua di cocco e le banane sono anche ottime opzioni, ma nessuna efficace come le barbabietole secondo me”, dice.

Tradizionalmente, l’accumulo di acido lattico si previene con i massaggi. Un medico ayurvedico una volta mi ha detto di massaggiare le mie articolazioni con un po’ d’olio prima della pratica dell’ashtanga e dopo per prevenire l’indolenzimento e l’accumulo. “La logica potrebbe essere che qualsiasi tipo di circolazione aiuta ad ossigenare i muscoli e a prevenire l’indolenzimento”, dice Shivdasani. Tuttavia è importante notare che in rari casi alcune condizioni mediche potrebbero anche essere la causa di questa condizione. Shivdasani dice che queste includono alcuni tumori, convulsioni, carenza di vitamina B, diabete e farmaci come la Metformina.

Vasudha Rai scrive di bellezza e benessere da più di 15 anni. È l’autrice di Glow: Indian Foods, Recipes and Rituals for Beauty Inside and Out, e scrive regolarmente sul blog Vbeauty.co

Leggi anche:

Questo è il nuovo modo intelligente di allenarsi quest’estate

Allenamenti a casa: I migliori allenamenti HIIT per gambe più magre e più cattive

Esercizi che ti aiutano a perdere il grasso della pancia se hai il mal di schiena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.