Florida Museum

Pagliaccio arancione

Pagliaccio arancione. Immagine © Doug Perrine

Amphiprion percula

Questi piccoli pesci di barriera trascorrono gran parte della loro vita in una relazione simbiotica con uno specifico anemone, spesso con un compagno e diversi pesci non riproduttori. Sono ermafroditi protandro, il che significa che tutti i pesci sono maschi tranne il più grande del gruppo, che è femmina. Una volta che la femmina muore, il maschio più grande diventa femmina, e gli altri salgono nella gerarchia. Questi pesci pagliaccio sono spesso confusi con il pesce pagliaccio anemone in quanto sono entrambi arancione vibrante con tre bande bianche, ma questo pesce pagliaccio ha confini neri molto distinti tra il bianco e l’arancione. Quando è molto giovane, ogni pesce pagliaccio costruisce un’immunità ai tentacoli urticanti del suo anemone scelto attraverso l’essere punto più volte e sviluppando una mucosa che copre la sua pelle.

Ordine – Perciformes
Famiglia – Pomacentridae
Genere – Amphiprion
Specie – percula

Nomi comuni

A. percula è conosciuto come un pesce anemone a causa della sua relazione simbiotica con anemoni di mare. Altri nomi comuni in lingua inglese includono blackfinned clownfish, clown anemonefish, clownfish, eastern clownfish, e orange- clown anemonefish. I nomi comuni in altre lingue sono bantay bot-bot (Cebuano); orangegul klovnfisk (danese); pata (Davawenyo); maumanu ni masao (Gela); clownfisch (tedesco); samok-samok (Kagayanen); paja-paja (Makassarese); pesce pagliaccio biak, gelang roay (Malese); amfiprion (Polacco); baro-baro (Visayan); e bantay-kibot (Waray-waray).

Importanza per l’uomo

Questa specie non viene raccolta per il consumo ma è popolare nel commercio degli acquari. Questa specie è spesso tenuta da acquariofili domestici a causa della sua resistenza in cattività. Recentemente, c’è stata un’impennata di interesse come risultato del film della Disney “Alla ricerca di Nemo”, in cui il personaggio principale è un pesce anemone arancione clown di nome “Nemo”.

Conservazione

Il pesce anemone clown arancione non è elencato nella Lista Rossa dell’Unione Mondiale della Conservazione (IUCN) come una specie in pericolo o minacciata. IUCN è un’unione globale di stati, agenzie governative e organizzazioni non governative in una partnership che valuta lo stato di conservazione delle specie. Questo pesce è allevato con successo in impianti di acquacoltura che diminuisce la pressione sulle popolazioni selvatiche per rifornire il commercio di acquari d’acqua salata.

Distribuzione geografica

Mappa di distribuzione mondiale del pesce pagliaccio arancione

Il pesce pagliaccio arancione è originario delle acque tropicali della regione indopacifica. La sua distribuzione va dal nord del Queensland, Australia alla Melanesia, compresa la Nuova Bretagna, la Nuova Guinea, la Nuova Irlanda, le Isole Salomone e Vanuatu.

Habitat

Il pesce pagliaccio arancione è una specie non migratoria che vive in lagune marine tropicali e barriere di alghe a profondità che vanno da 3 a 49 piedi (1 a 15 m). Questo pesce forma associazioni simbiotiche con gli anemoni Heteractis crispa, Heteractis magnifica nei reef esterni, e Stichodactyla gigantea sui reef costieri.

Biologia

Il pesce pagliaccio arancione forma associazioni simbiotiche con anemoni. Immagine © Doug Perrine

Caratteristiche distintive
Il pesce pagliaccio arancione ha 30-38 scaglie porizzate senza interruzioni lungo la linea laterale. Le loro pinne dorsali contengono un totale di 9 o 10 spine.

Il pesce pagliaccio arancione assomiglia al pesce pagliaccio anemone (Amphiprion ocellaris), tuttavia ci sono alcuni caratteri che lo distinguono. Una distinzione tra queste due specie è la banda nera che separa il colore arancione dalle bande bianche. Il pesce pagliaccio arancione ha spesse bande nere che separano la colorazione arancione e bianca sul corpo mentre il pesce pagliaccio ha sottili bande nere che a volte sono così sottili che sembrano essere assenti. Inoltre, il pesce pagliaccio arancione ha una colorazione più brillante di quella del pesce pagliaccio. Visto da una prospettiva frontale, il pesce pagliaccio arancione ha una testa con un rigonfiamento pronunciato simile a una rana, mentre il pesce pagliaccio non ha questo rigonfiamento. Queste due specie differiscono anche nel colore dell’iride. Il pesce pagliaccio arancione ha un’iride arancione brillante che ha l’effetto di far sembrare gli occhi più piccoli, mentre il pesce pagliaccio possiede un’iride arancione grigiastra che dà l’impressione che gli occhi siano più grandi di quanto non siano in realtà.

Colorazione
Il pesce pagliaccio arancione è arancione con tre bande bianche sulle regioni della testa, del centro e della coda. La banda centrale sporge centralmente in avanti verso la testa. Strisce nere separano la colorazione arancione e bianca sul corpo. Le bande possono variare da una spessa linea nera a macchie di nero sui lati del pesce anemone. Le pinne del pesce pagliaccio arancione hanno punte nere.

Dimensioni, età e crescita
La massima lunghezza totale riportata di questo pesce pagliaccio è di 4,33 pollici (11,0 cm). La lunghezza standard del maschio del pesce pagliaccio arancione è di 1,42 pollici (3,6 cm), mentre la femmina è più grande con una lunghezza standard di 1,81 pollici (4,6 cm). Questi pesci sono molto resistenti con un tempo minimo di raddoppio della popolazione di meno di 15 mesi. In natura, vivono da 6 a 10 anni, mentre in cattività sono registrati vivere fino a 18 anni.Abitudini alimentari
La dieta del pesce anemone arancione clown consiste di numerose prede. Si nutrono di alghe e plancton e ottengono cibo dall’anemone ospite. Il pesce anemone mangia i tentacoli morti dell’anemone e qualsiasi preda avanzata dai tentacoli urticanti dell’anemone.

Riproduzione
Il comportamento di accoppiamento del pesce anemone pagliaccio arancione avviene in un gruppo sociale composto da una coppia di riproduttori e 0-4 pesci non riproduttori, con una rigida gerarchia di dominanza. Il pesce più grande è sempre la femmina mentre il secondo più grande è il maschio. Sono gli unici due individui che si riproducono all’interno del gruppo. Gli individui non riproduttivi diminuiscono progressivamente di dimensioni più in basso nella gerarchia.

I pesci anemone sono caratterizzati dall’essere ermafroditi protandomi, il che significa che tutti i pesci si sviluppano prima in maschi e poi potenzialmente in femmine. Più di un pesce anemone può risiedere nello stesso anemone, tuttavia se la femmina dovesse essere rimossa dal gruppo o morire, il maschio più grande diventerebbe femmina. Le femmine controllano i maschi attraverso una dominanza aggressiva, controllando così la formazione di altre femmine.

Le calde acque tropicali in cui risiede questa specie permettono la deposizione delle uova tutto l’anno. Il legame monogamo tra il maschio e la femmina è molto forte. Giorni prima della deposizione delle uova, il comportamento del maschio cambia per includere l’estensione delle pinne anale, dorsale e pelvica e la preparazione del nido. Il sito del nido è fondamentale per la sopravvivenza delle uova. I nidi sono di solito situati su un pezzo di roccia nuda sotto la protezione dei tentacoli dell’anemone ospite. Questa roccia nuda è inizialmente pulita dal maschio con la sua bocca, che è poi assistito dalla femmina. Tuttavia, dopo la deposizione delle uova, le cure parentali del maschio sono cruciali durante il periodo in cui le uova sono vulnerabili ai predatori.

L’attività di deposizione delle uova può durare da 30 minuti a più di 2 ore durante le quali la femmina fa più passaggi sul nido, rilasciando ogni volta le uova mentre spazzola delicatamente la superficie del nido. È seguita da vicino dal maschio che fertilizza esternamente le uova mentre le rilascia. Il numero di uova rilasciate può variare da 100 a oltre 1.000, a seconda delle dimensioni e dell’età della femmina. Ogni uovo misura 3-4 mm di lunghezza.

Il maschio boccheggia e ventila le uova durante tutto il periodo di incubazione mentre è anche in guardia contro i predatori. Un’ulteriore protezione dai predatori è fornita dai tentacoli urticanti dell’anemone ospite. Il maschio rimuove anche le uova morte e i detriti per mantenere il nido ben ossigenato.

L’incubazione dura 6-7 giorni, seguita dal rilascio di una larva da ogni uovo che misura 3-4 mm di lunghezza totale. La larva appena schiusa affonda nell’ambiente bentonico ma poi nuota rapidamente verso la superficie dell’acqua tramite la “fototassi”, usando la luce per orientarsi. La larva trascorre quindi circa una settimana tra il plancton. Circa 8-12 giorni dopo la schiusa, il giovane pesce anemone si stabilisce sul fondo alla ricerca di un anemone ospite. Ripetute interazioni con un anemone ospite stimolano il pesce anemone a produrre il suo rivestimento mucoso protettivo nel processo di acclimatazione. Si ritiene che durante il primo incontro con l’anemone, il pesce pagliaccio arancione tocchi leggermente i tentacoli con le sue pinne ventrali, seguito da tutto il suo corpo. Può essere punto dai tentacoli numerose volte prima che avvenga l’acclimatazione.

Predatori
I pesci pagliaccio arancione sono preda di un certo numero di pesci come squali, razze e altri pesci ossei più grandi. Mentre le uova sono suscettibili ai predatori, sono attaccate ad un substrato che è protetto dai tentacoli urticanti dell’anemone.

Tassonomia

Il pesce pagliaccio arancione fu descritto per la prima volta da Lacepede nel 1802 come Lutjanus percula e successivamente ridescritto come Amphiprion percula. Il nome del genere Amphiprion deriva dalla parola greca “amphi” che significa su entrambi i lati e la parola greca “prion” che significa sega. Un sinonimo usato nella letteratura scientifica passata è Amphiprion tunicatus da Cuvier nel 1830.

Preparato da: Stephanie Boyer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.