Gli arbitri UFC sanno combattere?

In ogni emozionante combattimento UFC, ci sono tre persone che contano davvero. Ci sono naturalmente le due persone che combattono, ma c’è anche l’arbitro che si assicura che il combattimento sia pulito e giusto. Il lavoro dell’arbitro UFC può essere diverso da quello del combattente, ma gli arbitri devono comunque sapere come combattere prima di entrare nell’ottagono.

Il lavoro dell’arbitro UFC

Prima che Dana White e i suoi soci in affari comprassero l’UFC, l’UFC era molto diverso da quello di oggi. C’erano molte meno regole, e molte persone erano gravemente ferite come risultato.

Per esempio, Joe Son ha combattuto a UFC 4. In quel combattimento, fu ripetutamente colpito all’inguine fino a perdere l’incontro. Nell’UFC moderno, avrebbe vinto quell’incontro a causa di una squalifica.

Questo è il lavoro dell’arbitro nei moderni combattimenti UFC e MMA. Gli arbitri parlano con i lottatori nel backstage prima del combattimento per informarli sulle regole. Poi, durante il combattimento, gli arbitri fanno rispettare le regole al meglio delle loro capacità. Come ha detto a ESPN John McCarthy, uno degli arbitri più famosi della UFC, il lavoro dell’arbitro è quello di “proteggere i lottatori”.

Questo di solito significa sapere quando fermare il combattimento quando una persona è al tappeto. Ma potrebbe anche significare sapere quando qualcuno è svenuto per una stretta alla gola. Detto questo, gli arbitri possono anche assicurarsi che i combattenti combattano davvero. Questo è raro, ma a volte, nessuna delle due persone vuole combattere, quindi è compito dell’arbitro assicurarsi che i combattenti facciano effettivamente il loro lavoro nell’ottagono.

Perché un arbitro deve sapere come combattere

E’ importante per un arbitro UFC sapere quando qualcuno è stato messo KO, poiché troppi pugni o calci alla testa possono portare alla morte. Questo è esattamente quello che è successo in alcuni combattimenti di boxe, anche se non è ancora successo niente del genere nell’UFC. Ma questo non significa che non ci siano state morti nelle MMA. Infatti, João Carvalho è morto dopo il suo combattimento contro uno degli amici di Conor McGregor.

Qualcosa di tragico come questo potrebbe accadere anche con una sottomissione. Molti attacchi di Jiu-Jitsu brasiliano implicano il soffocamento di qualcuno. Ovviamente, se l’arbitro non ferma il combattimento in tempo, allora la persona può morire per non essere più in grado di respirare. Questo è estremamente raro però, perché ci vuole un po’ di tempo perché una presa a soffocamento uccida qualcuno. Ma, nella vita reale, le prese a strozzo hanno già ucciso delle persone, quindi se un arbitro non agisce in tempo, anche le prese a strozzo possono essere pericolose.

Infine, a volte le cose si scaldano troppo nell’ottagono. Due persone cercano di picchiare l’altra, e a volte, una di loro si spinge troppo oltre. In questi casi estremi, gli arbitri dovranno essere in grado di gestire fisicamente i lottatori in modo che nessuno si faccia troppo male.

Gli arbitri UFC che erano combattenti

Come riportato da ESPN, il corso di formazione per arbitri di McCarthy prevede di insegnare agli arbitri il combattimento. Ma alcuni arbitri hanno avuto la loro formazione all’interno dell’ottagono. Alcuni dei più famosi arbitri UFC, come Herb Dean o Marc Goddard, hanno effettivamente combattuto professionalmente prima. Dean era un peso massimo e si ritirò con un record di 2-3. Goddard era anche un peso massimo e si è ritirato con un record di 7-6-1.

La loro esperienza come pugili dà loro una prospettiva unica quando arbitrano un combattimento. Sanno esattamente quando la lotta è finita e generalmente non permettono all’altra persona di fare troppi danni inutili.

Questo tipo di conoscenza unica è esattamente ciò che McCarthy vuole che i nuovi arbitri abbiano con il programma COMMAND, secondo ESPN. COMMAND sta per Certification of Officials for Mixed Martial Arts National Development ed è necessario superare la classe prima di diventare un arbitro autorizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.