Il letame come fonte di nutrienti per le colture e di modifica del suolo

Quanto vale il letame rispetto ai fertilizzanti commerciali?

Il letame animale è considerato un prodotto agricolo che può essere utilizzato come fonte di fertilizzante per i pascoli, i terreni coltivati e la produzione di fieno. Il letame è riconosciuto come un’eccellente fonte di nutrienti vegetali azoto (N), fosforo (P) e potassio (K). Inoltre, il letame restituisce al suolo materia organica e altri nutrienti come calcio, magnesio e zolfo, costruendo la fertilità e la qualità del suolo.

Ogni valutazione finanziaria del letame dipende dal valore di mercato di N, P, K, e altri nutrienti vegetali che il letame sta sostituendo, la materia organica come emendamento del suolo, e i bisogni di nutrienti delle colture e dei campi che ricevono lo strame.

Il contenuto di nutrienti del letame varia a seconda del tipo di animale e della dieta, del tipo e della quantità di lettiera, del contenuto di umidità del letame e del metodo di stoccaggio. Per ulteriori informazioni, vedere la pubblicazione della Clemson University Livestock Manure Production Rates and Nutrient Content.

Acquirenti e venditori dovrebbero avere un’analisi di laboratorio per determinare l’umidità e la concentrazione di nutrienti del letame. In generale, il letame liquido conterrà un contenuto di nutrienti inferiore a quello del letame solido, a causa dell’effetto di diluizione. Supponendo che tutte le sostanze nutritive siano necessarie al raccolto, un contenuto nutritivo del letame più alto corrisponde a un valore di letame più alto. Valori più alti aiutano a compensare i costi di trasporto e di gestione.

CC2.5 LPELC

Composizione del letame

L’azoto nel letame

L’azoto nel letame si trova in forma organica e inorganica. La forma organica (rilascio lento) mineralizza lentamente fornendo N disponibile alle piante, mentre le forme inorganiche (rilascio veloce) consistono principalmente di NH4-N e sono immediatamente disponibili alle piante. Tuttavia, le forme inorganiche sono anche suscettibili di perdita attraverso la volatilizzazione dell’ammoniaca durante lo stoccaggio e l’applicazione sul campo. Incorporare prontamente il letame nel terreno può ridurre queste perdite di N. A causa della forma organica a lento rilascio e delle potenziali perdite della forma inorganica, non tutto l’azoto è disponibile per i raccolti durante l’anno di applicazione. L’azoto che dovrebbe essere disponibile per la pianta ha valore come fertilizzante. L’azoto che si perde nell’ambiente o che non è disponibile per la coltura nell’anno in cui è necessario o negli anni successivi non ha valore. La guida “Fertilizer Nutrients in Animal Manure” fornisce informazioni sulla quantità di N che dovrebbe essere disponibile nel primo anno e negli anni successivi da varie fonti di letame:

Fosforo e potassio nel letame

Fosforo e potassio nel letame sono principalmente presenti in forma inorganica. Ciò significa che P e K sono simili ai fertilizzanti commerciali, in quanto sono facilmente disponibili per l’assorbimento da parte delle piante. La maggior parte dei piani di gestione dei nutrienti sono basati su un indice P o su una soglia P che può limitare l’applicazione del letame su alcuni campi. Pertanto, il valore di queste sostanze nutritive è basato sulle esigenze nutritive delle colture come determinato da un test del suolo e dall’obiettivo di rendimento.

Micronutrienti nel letame

Altre sostanze nutritive come calcio (Ca), magnesio (Mg) e zolfo (S) possono essere trovate nel letame e sono utili al suolo se esiste una carenza. Sia il Ca che il Mg creano un valore aggiunto producendo un effetto calcareo quando vengono aggiunti al suolo.

Materia organica

La materia organica, principalmente mangime non digerito e batteri nelle feci, aumenta l’infiltrazione dell’acqua, aumenta la capacità di trattenere l’acqua, migliora la ritenzione dei nutrienti, riduce l’erosione del vento e dell’acqua e promuove la crescita di organismi benefici quando viene aggiunta al suolo. Anche se il valore della materia organica è difficile da quantificare, terreni di qualità superiore sono associati a rendimenti maggiori e a rendimenti economici più elevati.

Il letame come fertilizzante per le piante

Perché il letame non è un fertilizzante bilanciato, alcune esigenze dei nutrienti delle piante possono essere soddisfatte mentre altri nutrienti possono essere sotto- o sovra-alimentati. Qualsiasi nutriente che è sotto-approvvigionato da un’applicazione di letame potrebbe incorrere in un successivo costo di applicazione del fertilizzante che, in effetti, abbasserebbe il valore netto del letame. Qualsiasi sostanza nutritiva fornita in eccesso da un’applicazione di letame non avrebbe un valore immediato perché non è necessaria alla coltura.

Link aggiuntivi

  • Oklahoma Soil Test Interpretation and Fertilizer Decision Support Program, incluso il calcolatore del valore del letame animale
  • Oklahoma Poultry Litter Value Calculator
  • Alabama Nutrient Contents of Fertilizer Materials
  • Manure Value Calculator spreadsheet by University of Minnesota

Autori: Josh B. Payne, Oklahoma State University e John Lawrence, Iowa State University

Revisori: Ray Massey, Università del Missouri e Kelsi Bracmort, NRCS

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.