La personalità del tuo gatto è influenzata dal colore del pelo?

Si può dire se un gatto sarà amichevole, aggressivo o rilassato semplicemente dando una rapida occhiata al suo colore? Questa domanda ha lasciato perplessi i proprietari di gatti e gli scienziati per anni. Anche se è possibile che il colore del mantello possa giocare un ruolo nella personalità, è anche importante considerare altri fattori quando si sta considerando l’aggiunta di un nuovo micio alla propria casa.

Il colore gioca un ruolo?

Siccome i gatti non risponderanno mai a questa domanda, gli scienziati si sono rivolti ai proprietari di animali domestici per il loro contributo. I ricercatori della University of California, Berkeley hanno intervistato 189 proprietari di gatti in uno studio pubblicato nell’edizione di ottobre 2012 di Anthrozoos. I gatti arancioni sono stati considerati come i più amichevoli dagli intervistati, mentre i gatti bianchi sono stati etichettati come distaccati, e i gatti tartarugati sono stati ritenuti avere troppo “atteggiamento.”

L’argomento è stato rivisitato in uno studio dell’Università della California Davis pochi anni dopo. Questa volta, i risultati sono stati tabulati da 1.274 sondaggi completati. I sondaggi chiedevano ai proprietari di gatti di valutare il livello di aggressività dei loro animali domestici a casa, mentre venivano maneggiati e durante le visite veterinarie.

I gatti più aggressivi in tutti e tre i contesti erano femmine con mantelli grigio e bianco, bianco e nero o arancione e gatti calico. I gatti grigi e bianchi hanno mostrato i più alti livelli di aggressività durante le visite dal veterinario. L’indagine ha anche rivelato che i gatti bianchi e neri erano più propensi a reagire negativamente quando venivano maneggiati, mentre i calico erano più propensi a irritarsi. I gatti neri, bianchi, grigi e tabby sono stati valutati più bassi sulla scala dell’aggressività.

Anche se questi studi offrono alcune informazioni interessanti, non forniscono una risposta definitiva sul fatto che certi tratti di personalità siano associati a specifici colori del pelo. Gli intervistati hanno fornito risposte basate sulle loro particolari esperienze. E’ possibile che quello che una persona ha visto come un comportamento aggressivo sia stato considerato come giocoso da un’altra.

Avrete probabilmente notato che i proprietari di gatti nello studio dell’Università della California, Berkeley pensavano che i gatti arancioni fossero i più amichevoli, mentre gli intervistati nello studio dell’Università della California, Davis hanno aggiunto i felini alla categoria “più aggressivi”. Poiché i gatti hanno personalità distinte, proprio come le persone, non è sorprendente che ci siano state differenze di opinione tra i due studi.

Quali fattori influenzano la personalità?

La prima vita del vostro gatto gioca un ruolo importante nello sviluppo della sua personalità. I gattini non sviluppano la paura degli esseri umani se interagiscono con le persone tra le 3 e le 9 settimane di età, secondo l’Associazione Americana dei Praticanti Felini. Se la socializzazione con gli esseri umani è ritardata, i gattini possono diventare gatti timorosi o timidi. In alcuni casi, alla fine supereranno le loro paure, ma potrebbero essere ancora un po’ a disagio con gli estranei.

I gatti ereditano anche tratti dai loro genitori. Se uno o entrambi i genitori sono rilassati e amichevoli, anche i loro gattini possono avere questi tratti. Allo stesso modo, i gatti che sono timidi o nervosi, nonostante abbiano socializzato con le persone quando erano gattini, possono aver ereditato il comportamento da un genitore.

Altri fattori possono anche giocare un ruolo nella percezione della personalità di un gatto. Per esempio, alcuni dei gatti bianchi etichettati come “distaccati” dagli intervistati dell’Università della California, Berkeley, potrebbero avere problemi di udito. Dal 65 all’85% dei gatti bianchi con due occhi blu sono sordi, il 40% dei gatti bianchi con un occhio blu sono sordi, e dal 17 al 22% dei gatti bianchi senza occhi blu sono sordi, secondo il Cornell University College of Veterinary Medicine.

Alcuni gatti bianchi affetti da perdita uditiva possono essere sordi solo da un orecchio. Anche se i gatti con perdita parziale dell’udito possono sembrare perfettamente a posto, potrebbero avere difficoltà a sentirvi quando li chiamate da un’altra stanza o potrebbero non rispondere se parlate nel loro orecchio cattivo. Se non sapete che questi gatti hanno problemi di udito, potreste pensare che non sono molto amichevoli.

Se il temperamento del vostro animale è legato al colore del pelo, alla socializzazione, ai tratti ereditari o ad altri fattori, probabilmente siete contenti che il vostro amico peloso abbia la sua personalità unica. Aiutiamo i gatti di tutti i colori a rimanere felici e sani. Se siete preoccupati per un problema comportamentale o di salute, chiamateci per fissare un appuntamento.

Fonti:

Journal of Applied Animal Welfare Science: The Relationship Between Coat Color and Aggressive Behaviors in the Domestic Cat, 10/14/15

http://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/10888705.2015.1081820?journalCode=haaw20#abstract

Tech Times: Cat Color May Hint How Aggressive It Is: Felines with Black, White or Gray Fur Make Best Pets, 10/26/15

http://www.techtimes.com/articles/99474/20151026/cat-color-may-hint-how-aggressive-it-is-felines-with-black-white-or-gray-fur-make-best-pet.htm

Berkeley News: Non essere così veloce a giudicare un gatto dal suo colore, lo studio avverte, 10/13/12

Don’t be so fast to judge a cat by its color, study warns

American Association of Feline Practitioners: Feline Behavior Guidelines, 2004

https://www.catvets.com/public/PDFs/PracticeGuidelines/FelineBehaviorGLS.pdf

Cornell University College of Veterinary Medicine: Ask Elizabeth

http://www.vet.cornell.edu/fhc/Health_Information/deaf.cfm

Manuale di medicina comportamentale clinica per cani e gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.