La sfida della riduzione del rumore dell’immagine: confrontiamo i migliori software di riduzione del rumore per i fotografi

La mia più grande sfida di post-elaborazione in fotografia è il rumore dell’immagine. A differenza dei fotografi di studio che possono controllare con precisione ogni aspetto dell’illuminazione, ho fotografato la maggior parte delle mie campagne a mano con luce naturale per più di 15 anni.

Sono un fotografo di viaggi che scatta fotografie di lifestyle regionale per diverse agenzie in tutto il mondo. A causa del modo in cui scatto e viaggio, compreso il desiderio di essere meno appariscente per la mia sicurezza, lavorare con le strobo generalmente non è appropriato per me. La mia fonte di luce primaria è il sole nell’ora d’oro, e il mio stile è molto ventilato, naturale e spontaneo, il che significa che a volte scatto ad alti ISO.

Perché scattare con alti ISO?

In parole povere, gli alti ISO aumentano la sensibilità del sensore dell’immagine. Quando la giusta combinazione di apertura e velocità dell’otturatore non è sufficiente per ottenere un’esposizione adeguata, è necessario aumentare gli ISO per gestire le condizioni di scarsa luminosità.

I puristi obietteranno: Perché non aggiungere un po’ di luce artificiale al mix, invece? Gli ISO più alti degradano la qualità della foto.

Ma l’illuminazione controllata non è sempre un’opzione. La fotografia con il flash è spesso vietata o impraticabile in certi ambienti. Puoi immaginare di far scattare un flash durante una cerimonia di matrimonio sacra o di arrampicarti su un albero nella natura selvaggia per impostare una bella luce sul bordo per un’aquila appollaiata?

Molti fotografi di fauna selvatica, fotografi di matrimonio, fotogiornalisti e fotografi di lifestyle possono capire: quando il tuo lavoro è quello di catturare – piuttosto che creare – momenti autentici, ci saranno spesso alcuni compromessi per ottenere lo scatto.

Il problema con ISO più alti: Rumore dell’immagine

Scattando in condizioni di scarsa luce con ISO più alti si introdurrà del rumore nell’immagine risultante. La grana applicata intenzionalmente, come quella che si ottiene dalla nostalgica pellicola della vecchia scuola, può essere una bella scelta estetica.

Ma il rumore indesiderato può essere abbastanza estremo, e il dettaglio nelle tue foto ne soffrirà. Alcune fotocamere di fascia alta certamente gestiscono il rumore meglio dei modelli prosumer, ma ogni foto ad alta ISO potrebbe essere migliorata con l’aiuto di strumenti di riduzione del rumore in post-produzione.

Scoprire il miglior software di riduzione del rumore

Alcuni anni fa ho iniziato un progetto secondario fotografando musicisti a Madrid. Gli scatti erano molto casuali – di notte, nel centro della città, scoprendo luoghi al volo, sfruttando l’architettura antica e usando qualsiasi luce ambientale che rimbalzava per le strade.

Fare ritratti artistici mi ha aiutato ad estendere la mia creatività al di là della fotografia commerciale che scatto di giorno, e poiché le foto erano destinate a post Instagram a bassa risoluzione, sono stato in grado di concentrarmi più sull’atmosfera e sul sentimento piuttosto che sulla precisione dell’output.

Poi, la carriera di un cantante jazz che fotografo regolarmente è decollata, e improvvisamente, il lavoro che avevo prodotto è stato stampato su poster di dimensioni reali e mostrato sulla TV spagnola. Fantastico! Ma questo significava rielaborare alcuni di quei ritratti ad alta ISO in condizioni di scarsa illuminazione, in uno standard commerciale più pulito e adatto alla visualizzazione ad alta risoluzione.

Questo è l’aspetto del rumore dell’immagine a ISO 6.400

Da sempre fan di Adobe, ho avuto un’esperienza limitata con altre applicazioni fotografiche e plugin. Tra Photoshop e Lightroom, di cos’altro si potrebbe aver bisogno?

Purtroppo, ho imparato che Lightroom non è adatto quando si lavora con rumore pesante. Il mio obiettivo era quello di ottenere uno sfondo liscio come la seta (il che richiedeva di spingere il cursore della luminanza molto in alto) senza perdere consistenza nei dettagli. Ecco il risultato in Lightroom con il mio ritratto a ISO 6.400, che doveva essere preparato per una stampa di grande formato:

Lightroom ha effettivamente trasformato questo ritratto a ISO 6.400 in un dipinto ad acquerello.

Ho bisogno di qualcosa di più potente di Lightroom. Un amico fotografo mi ha raccomandato DeNoise AI di Topaz Labs per risolvere il mio problema di rumore, e l’ho provato. Ho avuto bisogno solo di un leggero tocco dei cursori per la riduzione del rumore e la nitidezza prima che il rumore fosse completamente corretto. Come potete vedere, i risultati di DeNoise AI sono stati abbastanza buoni:

Anche a ISO 6.400, Topaz DeNoise AI è stato in grado di ottenere uno sfondo liscio e senza rumore pur mantenendo un’eccellente texture.

Il risultato della riduzione del rumore con DeNoise AI era esattamente quello che stavo cercando: uno sfondo liscio e senza rumore senza cancellare la texture di pelle e capelli. Ecco un confronto tra l’output di Lightroom e l’immagine rumorosa originale:

Ho usato la riduzione del rumore minima richiesta per lisciare lo sfondo in questa foto. In Lightroom, la texture della pelle e dei capelli è stata distrutta. In DeNoise AI, i dettagli sono perfettamente conservati.

Un ulteriore test con DeNoise AI ha dimostrato che continua a superare la riduzione del rumore di Lightroom anche con problemi di rumore meno estremi. Questo ritaglio di una foto a ISO 1.250 sembra più nitida e definita dopo averla passata attraverso DeNoise – si noti la struttura della pelle, i peli nitidi dei baffi e il labbro definito.

Anche a ISO meno estremi, Topaz DeNoise AI supera Lightroom con la sua tecnologia AI-powered.

Sono rimasto così colpito da questi risultati che non ho cercato altro. DeNoise è stata la mia applicazione di riduzione del rumore da quando l’ho scoperta l’anno scorso.

Ho contattato il CEO di Topaz Labs l’estate scorsa per chiacchierare di più sulla tecnologia e ho finito per collaborare con loro per fornire immagini e feedback continui per tutte le loro applicazioni di editing fotografico AI-powered. Quando recentemente mi hanno chiesto di controllare la loro ultima beta di DeNoise, ho deciso che era giunto il momento di dare un’occhiata approfondita alle altre popolari soluzioni di riduzione del rumore. Altre applicazioni offrono una migliore riduzione del rumore, opzioni di editing più intuitive o un flusso di lavoro migliore? Scopriamolo. Alla sfida!

The Image Noise Reduction Challenge

Per questa sfida, lavorerò con una foto terribile – un’istantanea a mano in interni scattata a ISO 6.400 da una Canon 6D. Ho scelto di utilizzare il pappagallo salvato della mia famiglia per questo esempio in modo da poter testare le possibilità di riduzione del rumore sugli elementi più difficili: occhi e piume con una pesante coperta di rumore di colore denso.

Condividerò i miei risultati qui sotto, ma siete invitati a vedere da soli. Per scopi di test, è possibile scaricare e lavorare con il mio file TIFF ritagliato, un JPG ritagliato, o il file originale CR2 raw. Tutte le applicazioni recensite di seguito offrono prove gratuite, quindi puoi provarle tutte e vedere quale funziona meglio per te.

Immagine di prova: ISO 6,400

Tenterò di ottenere i migliori risultati da ogni applicazione sotto le seguenti linee guida:

  • Aumentare l’intensità della riduzione del rumore fino a quando il rumore viene sostanzialmente rimosso dallo sfondo
  • Affilare, se disponibile, senza introdurre artefatti

Immagine sfida della riduzione del rumore: 1/1.600 sec a f/4.0, ISO 6.400, 85mm

Adobe Lightroom

Sito web: Adobe Lightroom
Prezzo: $9.99/mo USD
Pro: Robusto editor di foto raw standard del settore
Cons: La riduzione del rumore può ammorbidire i dettagli a ISO più alti, il software è disponibile solo con abbonamento mensile
Lightroom è il mio editor di immagini raw predefinito, e mi ha servito bene per molti anni. Mentre generalmente la gestione del rumore va bene, ho scoperto che aumentando la riduzione del rumore per accomodare il rumore più pesante si confonde l’immagine.

Adobe Lightroom Interface

Lavorando con il file raw CR2 con alcune piccole regolazioni dell’esposizione, ho dovuto alzare il cursore Luminance abbastanza in alto per smussare il rumore, e il risultato è stato una texture più burrosa in primo piano. La nitidezza è stata limitata prima che gli artefatti diventassero troppo estremi. Ecco l’output finale:

Riduzione del rumore in Adobe Lightroom

Topaz DeNoise AI

Sito web: Topaz Labs DeNoise AI
Prezzo: $79.99 USD
Pro: Software all’avanguardia basato sull’AI con un’eccezionale riduzione del rumore, interfaccia facile da usare
Cons: Applicazione ad alta intensità di risorse che può essere lenta sui computer meno equipaggiati
DeNoise AI può essere lanciato come plugin o come applicazione indipendente. Ho caricato un TIFF da Lightroom e ho fatto le mie regolazioni.

Interfaccia Topaz Labs DeNoise AI

Ho avuto bisogno solo di circa il 30% di potenza sul cursore della riduzione del rumore prima che lo sfondo fosse pulito. Sono stato in grado di aumentare il cursore Sharpening a 100 senza alcun artefatto per aiutare a portare i dettagli delle piume. Usando il cursore Recover Original Detail, ho riportato un po’ di texture. Come sempre, sono rimasto impressionato da DeNoise AI. I risultati sono nitidi e puliti. Dai un’occhiata:

Topaz Labs DeNoise AI Noise Reduction Output

DxO PhotoLab 3

Sito web: DxO PhotoLab 3
Prezzo: $129 USD
Pro: Editor di foto raw ricco di funzioni
Cons: Il primo strumento di riduzione del rumore è difficile da visualizzare, rendendo l’output di precisione una sfida da raggiungere
DxO può anche gestire file raw, quindi ho lanciato il file CR2 originale e mi sono messo al lavoro.

Interfaccia DxO

Lavorare con DxO è un po’ difficile. Ho regolato le curve dal momento che il file raw originale era abbastanza scuro e ho usato la loro modalità PRIME per il miglior algoritmo di riduzione del rumore che offrono. Nello screenshot qui sopra, queste erano le mie regolazioni finali appena prima dell’esportazione. Come potete vedere, l’anteprima a tutto schermo non riflette il mio risultato finale qui sotto – gli effetti di riduzione del rumore sono visualizzati in quella piccola miniatura a destra. È stato difficile valutare completamente le mie regolazioni. Ho usato un tocco di Lens Sharpness e Unsharp Mask, e l’output finale è uscito meglio di Lightroom, ma ad un’ispezione più attenta, vedrete alcuni strani artefatti intorno al perimetro dell’uccello e un blocco generale:

Uscita riduzione rumore DxO

Ottima immagine

Sito web: Neat Image
Prezzo: Da $39.90 USD
Pros: Strumento di riduzione del rumore con regolazioni dettagliate per perfezionare l’output
Cons: Output di bassa qualità per foto con ISO più alti, nNessun supporto per i file raw
Neat Image è un’applicazione standalone, e mentre non funziona con i file raw, sono stato in grado di lanciare un TIFF.

Interfaccia di Neat Image

Una volta che hai impostato il tuo profilo e sei passato alla modalità avanzata, troverai che Neat Image ha un’ampia varietà di strumenti di riduzione del rumore. Abbassando uno qualsiasi dei cursori Frequencies si reintroduce il rumore, quindi li ho tenuti al 100%. Ho modificato i livelli di nitidezza per cercare di migliorare lo spessore dei dettagli, ma questo è il miglior risultato che ho potuto ottenere:

Uscita riduzione rumore Neat Image

Dfine 2

Sito web: Dfine 2
Prezzo: $149 USD (incluso nella suite di plugin Nik Collection 3)
Pro: Plugin minimale per una riduzione del rumore facile e veloce
Cons: Risultati di scarsa qualità con foto ad alta ISO, opzioni limitate per perfezionare l’output
Dfine 2 può essere lanciato da Lightroom come plugin, quindi ho importato un TIFF.

Interfaccia Dfine 2

Le opzioni qui erano sorprendentemente limitate (nessun strumento di affilatura), e l’output abbastanza povero. L’intera immagine sembra essere sott’acqua. Avevo sperato che l’output fosse migliore dell’anteprima. No. Dfine 2 non è riuscito a mantenere alcun dettaglio con i suoi strumenti di riduzione del rumore:

Uscita della riduzione del rumore di Dfine 2

Capture One

Sito web: Phase One Capture One
Prezzo: $349 USD o $24/mo
Pro: Potente editor di foto raw leader del settore
Cons: La capacità di riduzione del rumore non è potente come altre caratteristiche
Capture One di Phase One è quello che i fotografi professionisti usano come alternativa più comune a Lightroom. Lavoro con un grande team di fotografi commerciali in Sud Africa, e tutti giurano su Capture One per la sua gestione dei raw e la resa superiore dei colori. Ho caricato un file raw e gli ho dato una possibilità.

Interfaccia di Capture One

Gli strumenti di riduzione del rumore di Capture One sono simili a quelli di Lightroom, ma i risultati sono stati piatti. I dettagli dell’immagine erano confusi e il rumore non è stato completamente rimosso. Da quello che so della demografia degli utenti di Capture One, sospetto che Phase One non abbia sentito il bisogno di far progredire il suo sviluppo nella riduzione del rumore. Perché dovrebbero averne bisogno quando i loro utenti sono tipicamente meticolosi fotografi da studio che scattano a ISO nativi? Ecco l’output:

Output della riduzione del rumore di Capture One

Conclusione

Abbiamo avuto una grande varietà di risultati nella sfida della riduzione del rumore. Mi piacerebbe che il nostro pubblico decidesse il vincitore! Vedrai le nostre aree problematiche mirate nella nostra foto originale per confrontare l’output tra tutte queste applicazioni:

Confronto software riduzione rumore immagine finale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.