Prevenzione e fattori di rischio per il cancro esofageo

Una varietà di fattori fisici, di stile di vita e ambientali può rendere alcune persone più propense a sviluppare il cancro esofageo rispetto ad altre. Anche se non c’è un modo sicuro per prevenire il cancro esofageo, ci sono cose che puoi fare per ridurre il tuo rischio.

Si consiglia di mantenere queste sane abitudini.

  • Smetti di fumare. È un noto fattore di rischio per il cancro esofageo e altri tumori.
  • Smetti di bere alcolici o cerca di ridurli.
  • Consulta un medico se si verificano bruciori di stomaco persistenti, che possono essere un segno di malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).
  • Fai esercizio regolarmente ed evita di diventare sovrappeso.
  • Considera i fattori di rischio e lo screening regolare per le condizioni che possono portare ad alcuni tipi di cancro esofageo.

I seguenti sono i fattori di rischio più comuni per il cancro esofageo.

  • Età: Il cancro esofageo è più spesso diagnosticato in persone oltre i 50 anni.
  • Sesso: Il cancro all’esofago è più comune negli uomini che nelle donne.
  • Uso di tabacco e alcol: L’uso di tabacco in qualsiasi forma può aumentare il rischio di sviluppare il cancro esofageo, in particolare il carcinoma a cellule squamose. Lo stesso vale per l’uso pesante di alcol per un lungo periodo di tempo.
  • Esofago di Barrett: Il reflusso a lungo termine di acido dallo stomaco nell’esofago causato dall’esofago di Barrett aumenta il rischio di adenocarcinoma esofageo.
  • Razza: L’adenocarcinoma è più comune negli uomini bianchi che negli uomini di altre razze, mentre il cancro a cellule squamose dell’esofago è più comune tra i neri che i bianchi.
  • Obesità: Essere in sovrappeso è un fattore di rischio per l’adenocarcinoma esofageo.
  • Ingestione di liscivia: L’ingestione accidentale di liquidi per la pulizia contenenti soda caustica può aumentare le possibilità di ammalarsi di cancro esofageo a cellule squamose, soprattutto se l’incidente è avvenuto nell’infanzia.
  • Carenze vitaminiche: Alcuni studi hanno collegato il cancro esofageo a carenze di beta-carotene, vitamina E, selenio o ferro.

Una varietà di altre malattie e condizioni mediche sono state associate ad un aumentato rischio di cancro esofageo. Queste includono:

  • cancro della testa, del collo o dei polmoni
  • infezione da papillomavirus umano
  • acalasia, una condizione in cui la valvola tra l’esofago e lo stomaco non si apre correttamente e la pompa esofagea smette di funzionare
  • tilosi, una malattia ereditaria molto rara che causa una crescita eccessiva della pelle sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi
  • ragnatele esofagee, bande anormali di tessuto che si estendono verso l’interno dell’esofago, rendendo difficile la deglutizione

GERD e cancro esofageo

Normalmente, un muscolo alla fine dell’esofago si apre per permettere al cibo di entrare nello stomaco e poi si chiude per evitare che gli acidi digestivi dannosi risalgano. Quando questo muscolo sfintere non funziona normalmente, può portare a una condizione nota come malattia da reflusso gastroesofageo, o GERD. Gli studi hanno dimostrato che avere una grave GERD nel corso di molti anni aumenta la possibilità di sviluppare un adenocarcinoma dell’esofago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.