Programma di sicurezza

Una guida passo dopo passo per stabilire un programma di sicurezza

Prima che un’azienda possa impegnarsi nella costruzione, produzione o altri sforzi a rischio, deve avere un programma di sicurezza e salute. Non solo un tale programma riduce drasticamente gli incidenti segnalabili, ma aiuta anche a garantire che le aziende siano in conformità con gli standard di sistema come Z-10 e il prossimo ISO 45001. La non conformità può produrre decine di milioni di dollari in responsabilità legali anche quando non si verificano incidenti di sicurezza.

È importante capire che la sicurezza e la salute sono implementate come un programma, non un progetto:

Programma

Un programma è un’iniziativa continua e interfunzionale che riunisce persone e risorse per raggiungere obiettivi continui. Un programma di sicurezza non è mai completo fino al giorno in cui un’azienda chiude. Al contrario, rappresenta un’attività continua da perfezionare nel tempo. Non importa quanto siano efficaci i vostri protocolli di sicurezza, possono sempre essere migliorati.

Progetto

Un progetto è uno sforzo a breve termine per sfruttare persone e risorse per raggiungere un obiettivo specifico e limitato nel tempo. I progetti tendono ad avere budget più bassi e a coinvolgere meno persone dei programmi. Come un programma, un progetto specifico ha obiettivi che possono essere riportati e pietre miliari da consegnare, ma un progetto è finito quando una “pietra miliare finale” è raggiunta.

Siccome molte aziende che hanno programmi di sicurezza e salute sono guidate da progetti, specialmente nel settore delle costruzioni, può essere facile trascurare quanto complessa possa essere la sicurezza. Un buon programma di sicurezza richiede una pianificazione a lungo termine, una visione e un impegno in tutta l’impresa.

Guardiamo quattro passi chiave per istituire un programma di sicurezza e salute:

Passo 1: Capire i ruoli della gestione e dei dipendenti

Un nuovo programma di sicurezza può avere successo solo quando la gestione e il personale lavorano insieme. Mentre i manager – in particolare il responsabile della sicurezza – agiscono come architetti di una visione per la sicurezza, solo i lavoratori possono portare la vigilanza quotidiana e l’incoraggiamento vitale per il suo funzionamento.

Quando si progetta un programma, è cruciale che il personale in cantiere veda il management contribuire alle politiche di sicurezza, al miglioramento e alla revisione. Spetta al management evangelizzare il programma e assicurarsi che ogni stakeholder capisca i dettagli che si applicano a loro.

Nelle fasi iniziali, gli obblighi di salute e sicurezza dovrebbero essere integrati nelle descrizioni del lavoro e nelle politiche delle risorse umane. L’autorità di ogni ruolo relativo alla gestione della sicurezza dovrebbe essere inequivocabile in modo che le sviste possano essere corrette prontamente – e le valutazioni delle prestazioni devono includere la sicurezza!

In aggiunta alle politiche del cantiere e ai requisiti di reporting, gli obiettivi di sicurezza dovrebbero essere stabiliti nella fase 1. Senza obiettivi chiari e misurabili, è impossibile monitorare l’impatto delle singole politiche. Una chiara politica di risposta agli incidenti deve includere l’analisi delle cause e le lezioni apprese.

Step 2: Analizzare i pericoli per la sicurezza del cantiere e le migliori pratiche

Una volta che la struttura di una politica di salute e sicurezza è in atto, deve essere informata con dati sui pericoli specifici che il personale dovrà affrontare. Questo spesso implica la collaborazione con consulenti esterni le cui osservazioni di base forniscono al responsabile della sicurezza le intuizioni necessarie.

Durante questo periodo, vengono preparati i rapporti iniziali di Job Hazard Analysis. La leadership di alto livello crea le procedure necessarie per mitigare i pericoli futuri introdotti da nuove attrezzature, materiali o processi di lavoro. Quando tutte le procedure e le politiche sono in atto, il personale del cantiere viene informato su tutti i pericoli esistenti e addestrato nella risposta ai pericoli e nella segnalazione.

In questo periodo, viene organizzata una squadra di ispezione mensile del sito. La leadership di questa squadra spesso ruota in modo che ogni stakeholder si assuma la responsabilità della sicurezza del cantiere. Il team dovrebbe includere sia i dipendenti a ore che la direzione. Un’ispezione completa del cantiere dovrebbe essere completata una volta ogni settimana, con tutti i potenziali pericoli per la sicurezza documentati per intero.

In questa fase dovrebbero essere prese disposizioni anche per le ispezioni annuali.

Step 3: Prevenire e controllare i pericoli sul posto di lavoro

La prevenzione continua dei pericoli comporta il lavoro spesso impegnativo di assicurare che tutto il personale aderisca agli standard il più rigorosamente possibile in ogni momento. Il responsabile della sicurezza ha ovvi doveri in questo caso, tra cui quello di sostenere l’eliminazione dei rischi e la riduzione dei rischi ambientali.

I responsabili della sicurezza devono anche agire come campioni di responsabilità nella sicurezza sul posto di lavoro. Mentre i programmi hanno spesso molto successo all’inizio, la sicurezza è una “maratona, non uno sprint”. Il CFO deve comunicare come la sicurezza abbia un impatto sugli obiettivi aziendali, a volte in modi inaspettati.

Per esempio, incentivare le migliori prestazioni di sicurezza potrebbe comportare l’implementazione di bonus o altri vantaggi per il mantenimento di una sicurezza eccezionale da parte di un team. Potrebbe includere la negoziazione ad alti livelli per garantire che il personale che è soggetto a rischi sul posto di lavoro non sia sovraprogrammato.

Il controllo continuo dei rischi comporta anche la garanzia che il primo soccorso e l’assistenza medica di emergenza siano disponibili in caso di incidenti. Tutti i documenti sulla salute dei dipendenti devono essere conservati in modo strettamente confidenziale. Devono essere fatte delle sistemazioni per gli infortuni sul lavoro e altri problemi di salute.

Step 4: Implementare la formazione continua e perfezionare i processi

Per assicurare una salute e una sicurezza ottimali, il nuovo personale dovrebbe passare attraverso un rigoroso programma di formazione in più fasi, compresa la supervisione individuale di un esperto di sicurezza del personale designato, se necessario. Anche il personale di ruolo dovrebbe essere sottoposto a una riqualificazione periodica. Una riunione di sicurezza biennale “a tutto l’equipaggio” può aiutare a mantenere il personale aggiornato.

Quando vengono compilate le informazioni annuali sulla sicurezza, il responsabile della sicurezza e altri designati dovrebbero compilare “lezioni apprese” ed essere preparati a riferire sui pericoli significativi, sulle azioni intraprese e su come le procedure che cambiano hanno influenzato l’ambiente di lavoro.

Come si relaziona un nuovo programma di sicurezza ai singoli lavori o cantieri?

Quando il personale diventa attivo in nuovi cantieri, è importante assicurarsi che tutti gli aspetti del vostro programma siano in atto prima del fischio del primo giorno di lavoro. Questo può essere complesso in situazioni in cui si lavora in un sito di proprietà del cliente.

Quando si esamina la posizione di sicurezza dei nuovi cantieri, è una buona idea guardarla dalla prospettiva delle cinque funzioni principali della gestione integrata della sicurezza. La “gestione integrata della sicurezza” è uno standard del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti.

Questo processo condensato in cinque fasi include questi punti di riferimento:

  • Definire la portata del lavoro: Tradurre la vostra “missione” generale in obiettivi realizzabili con chiare aspettative e priorità. Assicurarsi che le risorse siano disponibili per tutti i membri del team per fare la loro parte nella sicurezza sul lavoro.
  • Analizzare i pericoli: Identificare, analizzare e classificare i pericoli principali sul posto di lavoro. Progettare un piano appropriato per il monitoraggio del luogo di lavoro e l’identificazione di nuovi pericoli in base alla natura e alla tempistica del lavoro.
  • Sviluppare e implementare i controlli: Identificare gli standard di sicurezza di base e i controlli necessari per mantenerli. Prevenire e mitigare i pericoli, integrando le nuove informazioni dall’analisi in corso, se necessario.
  • Eseguire il lavoro: Confermare la disponibilità di tutte le parti interessate ad eseguire il lavoro in modo sicuro e responsabile. Nelle prime fasi del lavoro, essere pronti ad accelerare i cambiamenti per garantire che eventuali sviste vengano corrette.
  • Raccogliere feedback e apportare miglioramenti: Raccogliere feedback sia in modo pianificato che ad-hoc, sintetizzando i due su base regolare. Identificare le opportunità di cambiamento positivo e portarle avanti.

Non dimenticare mai: Un responsabile della sicurezza è un leader strategico

Combinando i due approcci di cui sopra, diventa possibile per un leader della sicurezza vedere il lavoro da una prospettiva sia strategica che tattica. La sicurezza è spesso considerata un “centro di costo”, ma le operazioni quotidiane dipendono dall’eccellenza della sicurezza. I leader della sicurezza non dovrebbero esitare a sostenere i cambiamenti necessari per aiutare le squadre a fare del loro meglio in modo sicuro ed efficace.

Impara di più

Impara a identificare e analizzare potenziali pericoli, infrazioni e rischi sul posto di lavoro attraverso un bachelor of science in sicurezza sul lavoro online. Alla Eastern Kentucky University, otterrai un’istruzione di livello universitario da educatori esperti del settore e professionisti del fuoco e della sicurezza che si impegnano a insegnare e a prepararti per un successo continuo.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.