Proiezione astrale: Just a Mind Trip

Nel blockbuster del 2016 “Doctor Strange”, tra i poteri del supereroe titolare (come “Maestro delle Arti Mistiche”) c’è la proiezione astrale, o la capacità di separare il suo corpo fisico da quello spirituale. Questo viene fatto in modo spettacolare sullo schermo, migliorato da effetti generati al computer all’avanguardia con una lunga scena di lotta tra due persone in forma di spirito. (Naturalmente, i combattimenti di solito coinvolgono la forza fisica come pugni e calci, quindi come esattamente due entità immateriali possano influenzarsi a vicenda rimane un po’ un mistero).

La proiezione astrale è divertente e affascinante – ma è reale?

L’idea che gli esseri umani possano lasciare il loro corpo durante gli stati di sogno è antica. Innumerevoli persone, dai New Agers agli sciamani di tutto il mondo, credono che sia possibile comunicare con l’intelligenza cosmica attraverso visioni e sogni vividi sperimentati durante la proiezione astrale, nota anche come esperienze fuori dal corpo. I sondaggi suggeriscono che tra l’8 e il 20 per cento delle persone affermano di aver avuto qualcosa di simile a un’esperienza fuori dal corpo a un certo punto della loro vita – una sensazione di coscienza, spirito o “corpo astrale” che lascia il corpo fisico. Mentre la maggior parte delle esperienze si verificano durante il sonno o sotto ipnosi, alcune persone sostengono di averle fatte mentre si stavano semplicemente rilassando.

Anche se originariamente era una pratica meditativa privata, quasi religiosa, è stata – come molte credenze New Age – commercializzata. I viaggi astrali possono essere un grande business, e ci sono molti libri, seminari, DVD e altri materiali che promettono di insegnare agli studenti come lasciare il loro corpo fisico e accedere ad altre dimensioni. Funzionano? Chi lo sa?

Può essere un’esperienza profonda, ma il problema fondamentale è che non c’è davvero un modo per misurare scientificamente se lo spirito di una persona “lascia” o “entra” nel corpo. La spiegazione più semplice e migliore per le esperienze fuori dal corpo è che la persona sta semplicemente fantasticando e sognando. Poiché non vi è alcuna prova scientifica che la coscienza possa esistere al di fuori del cervello, la proiezione astrale è respinta dagli scienziati.

Perché la proiezione astrale non è stata provata scientificamente? Alcuni sostengono che è perché gli scienziati tradizionali sono di mentalità chiusa e si rifiutano di guardare le prove che non si adattano alla loro ristretta visione del mondo. Tuttavia, nella scienza coloro che confutano le teorie dominanti vengono premiati, non puniti. Dimostrare l’esistenza di poteri psichici, proiezioni astrali o dimensioni alternative farebbe guadagnare agli scienziati dissenzienti un posto nei libri di storia, se non un premio Nobel.

Testare scientificamente la validità dei viaggi astrali dovrebbe essere abbastanza semplice; per esempio, si potrebbero nascondere 10 oggetti sconosciuti in luoghi diversi e poi chiedere a una persona di proiettare la propria coscienza in ogni luogo e descrivere esattamente cosa c’è. O le descrizioni corrispondono o non corrispondono.

Non abbiamo bisogno di ricorrere a questi test artificiali, poiché il mondo reale offre innumerevoli opportunità per dimostrare la proiezione astrale al di là di ogni dubbio. Se dimostrato, il viaggio astrale sarebbe incredibilmente utile al mondo. Non ci sarebbe bisogno di inviare esseri umani in condizioni molto pericolose – come i disastri nucleari – per determinare qual è la situazione. Le persone le cui coscienze possono volare e muoversi attraverso i muri salverebbero vite durante i disastri naturali come i terremoti, muovendosi facilmente tra le macerie e gli edifici crollati per localizzare i sopravvissuti e dirigere i soccorritori verso di loro. I proiettori astrali, come i sensitivi, sarebbero inestimabili per la polizia durante sparatorie di massa e situazioni con ostaggi, descrivendo esattamente quanti sospetti ci sono, dove si possono trovare nell’edificio e altri dettagli cruciali. L’assenza di questi individui durante situazioni di vita o di morte è rivelatrice.

I praticanti di viaggi astrali insistono che l’esperienza deve essere reale perché sembra così vivida, e perché alcune delle esperienze sono simili, anche per persone di culture diverse. Ma non è sorprendente che molte persone che provano la proiezione astrale abbiano esperienze simili – dopo tutto, questo è ciò che è il termine “immagini guidate”: quando un’autorità (come uno psicologo o un insegnante di viaggi astrali) dice a una persona cosa dovrebbe aspettarsi dall’esperienza.

Secondo la ricercatrice Susan Blackmore, autrice di “Beyond the Body: An Investigation of Out-of-the-Body Experiences”, le persone che sperimentano i viaggi astrali “hanno ottenuto punteggi più alti nelle misure di ipnotizzabilità e, in diverse indagini, nelle misure di assorbimento, la misura della capacità di una persona di prestare completa attenzione a qualcosa e di immergersi in essa, anche se non è reale, come un film, un gioco, o un evento immaginato. I soggetti che vivono l’esperienza fuori dal corpo sono più fantasiosi, suggestionabili e inclini alla fantasia rispetto alla media, anche se hanno bassi livelli di uso di droghe e alcol, e nessun segno evidente di psicopatologia o malattia mentale.

Anche se i praticanti di proiezione astrale insistono che le loro esperienze sono reali, le loro prove sono tutte aneddotiche – proprio come una persona che prende peyote o LSD può essere veramente convinta di aver interagito con Dio, persone morte o angeli mentre si trovava nel suo stato alterato. La proiezione astrale è un passatempo divertente e innocuo che può sembrare profondo, e in alcuni casi anche cambiare la vita. Ma non ci sono prove che le esperienze fuori dal corpo avvengano fuori dal corpo invece che dentro il cervello. Finché l’esistenza di un piano astrale non sarà provata – e resa accessibile – ci saranno sempre le continue avventure dello Stregone Supremo.

Notizie recenti

{{ articleName }}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.