Salute della tiroide: Un vantaggio per la perdita di peso

(Novembre 2005) – Una tiroide poco attiva potrebbe essere la ragione per cui non riesci a perdere peso.

Ci sono una serie di sintomi che possono indicare che hai una tiroide pigra come affaticamento, depressione, aumento di peso, mani e piedi freddi, bassa temperatura corporea, sensibilità al freddo, sensazione di avere sempre freddo, dolori articolari, mal di testa, disturbi mestruali, insonnia, pelle secca, occhi gonfi, perdita di capelli, unghie fragili, costipazione, ottusità mentale, infezioni frequenti, voce rauca, ronzio nelle orecchie, vertigini e basso desiderio sessuale.

Perché molti di questi sintomi sono generali o apparentemente non correlati, molti operatori sanitari non pensano alla tiroide lenta come causa potenziale, e la condizione non viene diagnosticata e trattata.

Determinare la tiroide bassa
Per aiutare a determinare la salute della tiroide, puoi prendere la tua temperatura corporea per quattro mattine di fila prima di alzarti dal letto. Scuoti un termometro di vetro a meno di 95 gradi e mettilo vicino al letto prima di andare a dormire.

Al risveglio, metti il termometro sotto l’ascella per dieci minuti. È importante muoversi il meno possibile durante questo periodo. Rimanete fermi con gli occhi chiusi. Non alzarsi per nessun motivo. Dopo dieci minuti, registrare la temperatura e la data.

Questo dovrebbe essere fatto per quattro mattine consecutive. Gli individui con tiroide normale hanno una temperatura corporea basale a riposo tra 97,6 e 98,2. Le temperature corporee basali al di sotto di questo intervallo possono riflettere un ipotiroidismo o una tiroide poco attiva.

Cosa sta causando un’epidemia di ipotiroidismo?
La dieta gioca un ruolo importante nella salute della tiroide. Un basso apporto di iodio porta a una bassa funzione tiroidea e infine al gozzo. Il sale iodato era destinato a risolvere questo problema, ma il cloruro di sodio non sembra essere un buon sistema di consegna.

Lo stress ambientale come gli inquinanti chimici, i pesticidi, il mercurio e il fluoro sono anche duri per la ghiandola tiroidea. Aggiungete a questo un certo numero di alimenti noti come goitrogeni (bloccanti dello iodio che sono mangiati frequentemente come prodotti di soia e arachidi) e un quadro si sviluppa sul perché i problemi alla tiroide sono in aumento.

Correggere i problemi alla tiroide
Piuttosto che prendere semplicemente farmaci per la tiroide, è molto importante identificare le cause sottostanti della cattiva salute della tiroide. Potrebbe essere necessario prendere dei farmaci fino a quando non si è sufficientemente ripristinata una sana funzione tiroidea. Ma la semplice assunzione di farmaci sostitutivi dell’ormone tiroideo per tutta la vita non nutre la tiroide né corregge la sua disfunzione.

Ecco cosa puoi fare per nutrire la tua tiroide:

Mangia solo grassi e oli sani.
L’olio di cocco vergine e l’olio extravergine di oliva sono le scelte più sane. L’olio di cocco vergine ha aiutato molte persone a ripristinare una sana funzione tiroidea. Siate consapevoli che la maggior parte dei condimenti per insalata commerciali e la maionese contengono olio di soia (un goitrogeno) o altri oli polinsaturi malsani. Forse il singolo cambiamento dietetico più importante che puoi fare è sostituire gli oli vegetali a base di soia con oli di cocco e di oliva.

Consuma molti cibi ricchi di iodio.
Lo iodio è più abbondante nelle verdure di mare, nei mirtilli rossi, nel pesce e nelle uova. Condire i cibi con dulse, una verdura marina, o polvere di kelp al posto del sale. Usate il sale marino celtico quando possibile; è ricco di minerali tra cui lo iodio. Mangiare più pesce, specialmente i pesci più piccoli d’acqua fredda come il salmone (evitare gli allevamenti), le sardine, lo sgombro e il dentice, così come l’halibut e la sogliola. Evitare i pesci più grandi come il tonno e il pesce spada; tendono ad essere più ricchi di mercurio, che interferisce con la funzione tiroidea.

Assumere integratori vitaminici e minerali e olio di fegato di merluzzo.
È stato dimostrato che un certo numero di nutrienti contribuisce alla salute della tiroide, tra cui zinco, selenio, manganese, cromo, e vitamine B, C, E e A. La ghiandola tiroidea richiede livelli molto alti di vitamina A.

Evitare i goitrogeni.
I cibi noti come goitrogeni possono bloccare l’assorbimento dello iodio da parte della ghiandola tiroidea; essi includono rape, cavoli, senape, pinoli, miglio, arachidi e soia. Fino a quando la salute della tiroide non sarà ristabilita, è meglio evitare completamente questi alimenti o mangiarli con molta parsimonia.

Le arachidi e la soia sono abbastanza diffuse nella dieta americana. La soia compare spesso in molti condimenti per insalata fatti in commercio, nella maionese e nei cibi confezionati che contengono proteine vegetali testurizzate (soia) come gli hamburger vegetali, le barrette energetiche, gli snack e i prodotti da forno. Il latte di soia e il gelato di soia sono comunemente usati come alternativa ai latticini. Scegliete solo cibi tradizionali a base di soia fermentata come il tempeh e la salsa di soia e mangiateli con parsimonia.

Raggiungere la salute della tiroide
L’approccio migliore per mantenere una tiroide sana e una corretta gestione del peso è quello di mangiare cibi integrali che nutrano la tiroide, aggiungere i nutrienti raccomandati, specialmente lo iodio, evitare cibi e sostanze che tassano la tiroide, e pulire il corpo da tossine e metalli pesanti.

Seguendo queste linee guida, ci si può aspettare di vedere un miglioramento della funzione tiroidea in poche settimane. Se hai bisogno di perdere peso, i chili dovrebbero sciogliersi naturalmente mentre segui le linee guida. Migliorando la vostra funzione tiroidea, potete aspettarvi di raggiungere il vostro peso ideale e di vivere una qualità di vita superiore.

Cherie Calbom, M.S., è autrice di 14 libri tra cui i best seller The Coconut Diet (Warner), Juicing for Life (Avery) e The Ultimate Smoothie Book (Warner). Ha guadagnato un master in nutrizione dalla Bastyr University, dove ora serve sul consiglio dei reggenti.

Unisciti a lei dal 25 marzo al 1 aprile 2006 per la crociera del cocco, una crociera attraverso i Caraibi, dove imparerai a preparare deliziose ricette che promuovono la perdita di peso e a ottenere piani individualizzati per il successo della perdita di peso. Per più informazioni, vedi www.gococonuts.com

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.