Teeth Whitening Zingers: Come prevenire o fermare la sensibilità – Tooth Be Told

I denti zingers si verificano più spesso nelle procedure di sbiancamento dei denti professionali. Poiché la soluzione è in una percentuale molto più alta nei prodotti professionali rispetto ai prodotti da banco, gli zinger si verificano più frequentemente. Tuttavia, c’è un modo per prevenirli e ridurre il dolore associato allo sbiancamento dei denti.

Lo sbiancamento dei denti può essere prevenuto soprattutto usando un dentifricio per la sensibilità con nitrato di potassio prima, durante e dopo il trattamento sbiancante. Evitare alcuni cibi e bevande che possono scatenare la sensibilità e usare un gel di sollievo post-trattamento che ha una percentuale più alta di nitrato di potassio.

Avere degli zinger durante i trattamenti di sbiancamento può indurre il paziente a interrompere il trattamento prematuramente, riducendo la quantità di tempo in cui la soluzione rimane sui denti, il che significa che i tuoi risultati non saranno così buoni come avrebbero potuto essere.

E’ costoso sottoporsi a trattamenti di sbiancamento in ufficio, e si vuole ottenere il massimo dai propri soldi. Prevenendo gli sbiancamenti o riducendone l’intensità si possono ottenere i migliori risultati.

Come prevenire ed eliminare gli zinger

Non tutti i tubetti di dentifricio per la sensibilità funzionano allo stesso modo. Hanno modi diversi di funzionare perché persone diverse hanno esigenze diverse. Per lo sbiancamento dei denti, il modo migliore per prevenire gli zinger e la sensibilità è quello di utilizzare un dentifricio per la sensibilità che ha nitrato di potassio in esso.

Il miglior dentifricio da usare è l’Original Sensodyne, che è uno dei più economici! Dovrai assicurarti di prendere quello in pasta bianca, perché vorrai evitare qualsiasi gel o pasta colorata.

Evitare il dentifricio colorato impedirà che il pigmento del dentifricio venga assorbito dai denti dopo lo sbiancamento. Ridurrà i risultati del trattamento.

Si consiglia di utilizzare Original Sensodyne per almeno 2 settimane prima del trattamento sbiancante, e deve essere usato nel seguente modo;

  1. Lavare i denti prima di spazzolarli.
  2. Spazzola i denti per almeno 2 minuti con Original Sensodyne. Tutto ciò che serve è una quantità di dentifricio della grandezza di un pisello sullo spazzolino.
  3. Dopo aver finito di spazzolare, NON RISCIACQUARE. Scusa se sono un po’ insistente, ma è così importante non risciacquare la bocca con l’acqua dopo aver spazzolato.

Non risciacquare dopo lascerà uno strato di nitrato di potassio sui tuoi denti in modo da ottenere il massimo livello di protezione.

Puoi sputare quanto vuoi, ma non risciacquare.

Se risciacqui la bocca dopo lo spazzolamento, stai essenzialmente sciacquando via tutto il nitrato di potassio, riducendo l’efficacia, e aumentando la possibilità di zinger e dolore.

Continuate a non risciacquare dopo lo spazzolamento per almeno alcuni giorni dopo il trattamento sbiancante. E anche oltre questo lasso di tempo, continuate a non risciacquare la bocca dopo aver spazzolato la sera. Così facendo, il fluoro permetterà al fluoro di rafforzare i denti e prevenire la carie. E il nitrato di potassio impedirà la sensibilità dei denti.

Mi ci è voluto un po’ per abituarmi a questo, ma ora che ci sono abituato, trovo la pace sapendo che sto facendo tutto il possibile per proteggere i miei bianchi perlacei.

Ma gli zinger non vengono solo dai trattamenti sbiancanti professionali, possono venire anche dai prodotti sbiancanti da banco. Ma poiché la potenza del prodotto non è così forte, gli zinger possono non essere così intensi e possono essere più gestibili.

Clicca il link qui sotto per sapere perché vale la pena fare trattamenti di sbiancamento dei denti dal dentista e non affidarsi a prodotti da banco.

Leggi ora: Sbiancamento dei denti: Perché vale la pena farlo fare dal dentista

Come il nitrato di potassio riduce lo sbiancamento dei denti

Andando un po’ più in profondità nella chimica, il nitrato di potassio desensibilizza il nervo del dente. Questo impedisce al nervo del dente di inviare il segnale di dolore al cervello in modo da non sentire nulla.

È spesso un’idea sbagliata che qualsiasi dentifricio per la sensibilità funzioni. I dentifrici per la sensibilità funzionano in modi diversi, alcuni agiscono come un cerotto e coprono solo l’area sensibile e non la curano. Il problema con questi dentifrici è che la soluzione sbiancante vera e propria può superare questi blocchi, e il nervo del dente rimane vulnerabile.

Quali cibi e bevande possono scatenare i brufoli dopo lo sbiancamento dei denti?

Seguire una dieta rigorosa, dopo il trattamento sbiancante dei denti, è la chiave del successo. Non solo per i tuoi risultati e per ottenere il sorriso più bianco possibile, ma anche per prevenire la sensibilità dolorosa dopo il trattamento.

I cibi che sono acidi, dolci, e che hanno una temperatura fredda o calda, possono aumentare la sensibilità dei denti e i bruciori.

Ho messo insieme un intero post che va oltre ogni singola cosa da evitare durante e dopo lo sbiancamento dei denti, sarete sorpresi di quanto vado oltre che non è parlato di solito parlato … anche fino al colore del vostro dentifricio può fare la differenza. Potete trovare il post linkato qui sotto.

Leggi ora: Sbiancamento dei denti: Cibi e bevande da evitare durante e dopo

Per quanto tempo fanno male i denti dopo lo sbiancamento?

La maggior parte del dolore dovrebbe diminuire dopo circa 48 ore, tuttavia, se stai consumando cose calde, fredde, zuccherate o acide puoi avvertire la sensibilità per un paio di settimane dopo. Continuate a usare il dentifricio per la sensibilità che contiene nitrato di potassio per aiutare ad alleviare la sensibilità.

Se i tuoi denti sono estremamente sensibili in alcune aree, oltre a spazzolare 2 volte al giorno con il dentifricio al nitrato di potassio, c’è un altro dentifricio che puoi usare insieme/per tutto il giorno.

Sensodyne ha un dentifricio chiamato Rapid Relief. Questo dentifricio è un lavoratore miracoloso nel ridurre la sensibilità velocemente. Tuttavia, ha anche istruzioni piuttosto specifiche per l’uso.

Vuoi prendere circa un granello di riso sulla tua punta delle dita e tamponare/strofinare il dentifricio in una zona per almeno 60 secondi. Possono sembrare i 60 secondi più lunghi quando si è nel momento, ma si può impostare un timer per assicurarsi che l’intero minuto sia fatto. Ripeti questo per ogni area che ha più sensibilità.

Di solito, la sensibilità proviene dalle superfici radicolari esposte, quindi cerca di individuare quale dente sta sperimentando la maggiore sensibilità e concentrati sulla superficie radicolare/lungo il bordo gengivale.

Qual è il modo migliore per sbiancare i denti?

Il trattamento professionale di sbiancamento dei denti è il gold standard, sia con un trattamento in studio come Zoom o Opalescence, sia con vassoi personalizzati con un gel professionale da portare a casa.

Leggi ora: Sbiancamento dei denti: Perché vale la pena farlo fare dal dentista

Le uniche cose che funzionano per sbiancare i denti sono i prodotti che contengono perossido. Può essere sia perossido di idrogeno che perossido di carbammide.

Stare lontano dai dentifrici sbiancanti perché la maggior parte sono molto abrasivi e non sbiancano i denti ma tolgono lo strato esterno per esporre più smalto bianco sotto. Con il tempo, se si toglie troppo smalto, la dentina gialla sottostante inizierà a mostrarsi, facendo apparire i denti più gialli.

Ci sono altri prodotti popolari per lo sbiancamento dei denti sul mercato, e la gente deve fare attenzione a questi prodotti. È un peccato che i prodotti per lo sbiancamento dei denti non siano più regolamentati, perché molte aziende se la cavano vendendo prodotti che non funzionano o che possono danneggiare i tessuti.

Un esempio di questo sono le luci che vengono utilizzate in molti prodotti sbiancanti da banco. Alcuni studi dimostrano che le luci usate nello sbiancamento dei denti, non hanno alcun effetto sull’efficacia del trattamento e non rendono i denti più bianchi.

Una forma popolare di sbiancamento dei denti è attraverso l’uso di penne sbiancanti, di cui potete leggere nel post collegato qui sotto.

Leggi ora: Hygienist Explains; Do Teeth Whitening Pens Actually Work?

Talk with your dental professional

Consiglio professionale è estremamente importante. Molti prodotti sbiancanti sul mercato possono essere dannosi non solo per i tuoi denti, ma anche per il tuo tessuto gengivale e il tuo corpo. Alcuni di questi danni sono irreversibili.

Se state pensando di sbiancare i vostri denti, parlare con un professionista dentale e fare un esame approfondito della vostra salute orale è vitale.

Cose come carie e malattie gengivali devono essere considerate e i restauri dentali come corone, otturazioni e faccette non sbiancano.

Solo non voglio vedere la gente andare a spendere tutti questi soldi per espedienti di sbiancamento dei denti che non funzionano, o se hai una condizione dentale che potrebbe interferire con lo sbiancamento dei denti.

Ho avuto alcuni pazienti che hanno avuto carie e problemi con i loro denti, e hanno speso soldi per trattamenti sbiancanti da banco, pensando di sbarazzarsi di queste aree. Tuttavia, tutto ciò di cui avevano bisogno era un esame dentale da un dentista e la loro cavità trattata.

Spero che tu stia avendo una grande giornata,

Holly 🙂

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.