Tirare i capelli: Come stroncarlo sul nascere

Perché tuo figlio tira i capelli

Trarre i capelli, come calciare, mordere, pizzicare e colpire, è un modo in cui tuo figlio si esprime e cerca di esercitare il controllo sul suo ambiente immediato.

Ci sono diverse ragioni per questo comportamento, e la spiegazione più probabile è quella più semplice: Il vostro bambino ha scoperto come ottenere una reazione e vuole ottenerla di nuovo.

“È come accendere un interruttore della luce o colpire uno di quei giocattoli dove qualcosa salta fuori”, dice Mark W. Roberts, professore di psicologia clinica all’Idaho State University di Pocatello. “Io tiro; la sorella maggiore stride. Questo è divertente!”

Oppure il vostro bambino potrebbe tirare i capelli, dice Roberts, “per far sparire le cose brutte. Qualcuno sta strisciando sopra di lui o sta prendendo i suoi giocattoli. Lui allunga la mano e tira i capelli, e la cosa brutta finisce.”

Un’altra ragione per il comportamento di vostro figlio potrebbe essere che vostro figlio sta sviluppando le abilità cognitive per ragionare sulle cose, e potrebbe tirare i capelli per cercare di controllare la direzione di una particolare situazione.

Si dice che sua sorella maggiore prende l’ultimo biscotto, e lui le tira i capelli per farla strillare. “Potreste intervenire e costringere la sorella maggiore a condividere il biscotto con lui”, dice Roberts. “Più importante è la probabilità che sua sorella maggiore ci pensi due volte prima di prendere l’ultimo biscotto la prossima volta.”

Infine, se vostro figlio si tira i capelli da solo, potrebbe essere turbato o ansioso. Questo può anche indicare un tipo di disturbo del controllo degli impulsi. Se siete preoccupati che vostro figlio si stia tirando i capelli da solo, parlatene con il suo medico.

Cosa fare per tirarsi i capelli

Mostrategli che non funziona. Una delle chiavi per sopprimere l’aggressività di vostro figlio è dimostrare in modo convincente che non lo porterà da nessuna parte.

Se ignorate il suo tirare i capelli, il comportamento “funzionerà” (perché chiunque venga tirato per i capelli molto probabilmente farà ciò che vostro figlio vuole), e il comportamento peggiorerà man mano che imparerà che tirare i capelli ottiene risultati. Se leggete troppo nella situazione, farete il suo gioco. (“Harry deve aver tirato i capelli a Eli perché Eli era cattivo. Distrarrò Harry con una storia…”) Il vostro bambino non coglie la complessità dell’interazione sociale, ma quello che impara è che se tira i capelli, voi avrete pietà di lui e potrà sedersi in grembo a voi.

Invece, dimostrate l’inutilità di tirare i capelli. Per esempio, se vostro figlio ha tirato i capelli al suo compagno di giochi per catturare un giocattolo, ridate il giocattolo al suo amico mentre spiegate a vostro figlio: “Noi non tiriamo i capelli”. Dovete agire velocemente perché questa tecnica funzioni, perché i bambini piccoli vivono nel momento.

Interrompete il comportamento. Quando beccate vostro figlio con un pugno di capelli, districatelo delicatamente, poi afferrate la sua mano e tenetela mentre dite: “Noi non tiriamo i capelli. Tirare i capelli fa male”

Potreste voler seguire imponendo immediatamente quello che Roberts chiama “time-out della sedia”. Rimanete con vostro figlio ma non parlategli o coinvolgetelo durante il suo time-out, che dovrebbe durare un minuto o due.

Parlate. Quando il time-out è finito, parlate della situazione con vostro figlio. È importante farlo anche se non ha ancora le capacità verbali per una conversazione dettagliata, perché dimostra che parlare (non tirare i capelli) è il modo per risolvere i problemi.

Chiedetegli: “Cosa hai fatto di sbagliato?” e seguite da: “Perché è stato sbagliato? Non preoccupatevi se risponde: “Perché ho dovuto fare un time-out”

“Questo è normale per lo sviluppo”, dice Roberts. “Seguitelo dicendo: “Sì, avrai un time-out se tiri i capelli, ma c’è qualcos’altro a cui dobbiamo pensare. È importante non tirare i capelli perché potresti far male a qualcuno”.”

Non aspettarti miracoli subito. I bambini piccoli devono imparare nel modo più duro – facendo qualcosa più e più volte finché non capiscono che non la faranno franca. Basta essere coerenti e cercare di non essere frustrati.

Quando il vostro bambino diventa più verbale, insegnategli a risolvere i problemi parlando di soluzioni alternative: “Invece di tirarle i capelli, cosa potresti fare la prossima volta che tua sorella ti comanda a bacchetta? Aiutate vostro figlio ad esercitarsi a dire di no a sua sorella e ad esprimersi a parole.

Non tiratevi indietro. Non tirate mai i capelli a vostro figlio per “insegnargli” come ci si sente. Tira i capelli perché sta cercando di cambiare qualcosa – per impedire a sua sorella di prendere i suoi giocattoli, per esempio. Se gli tiri i capelli per impedirgli di tirarle i capelli, gli stai insegnando che tirare i capelli è il modo per alterare il comportamento di qualcuno.

Modella il comportamento che vuoi che lui emuli – usando le parole per esprimere i suoi bisogni e non facendo del male agli altri, non importa quanto si senta frustrato.

Scambia storie e consigli sul comportamento e la disciplina con altri genitori nella Community di BabyCenter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.