Un racconto di due urla: Quale urlo horror è migliore?

Il mostro si insinua dietro l’angolo, non visto da tutti tranne che dal pubblico. Si insinua dietro la sua vittima, e mentre consuma l’umano carnoso, c’è un urlo orripilante e raccapricciante. Come suona quell’urlo? Spesso è uno dei due urli di serie: il Wilhelm o l’Howie. Qual è meglio?

Motherboard ha una buona raccolta di video di ogni urlo. L’urlo di Wilhelm viene prima dal 1951, nel film “Distant Drums”. Ma nessuno ha idea di chi fosse il doppiatore di quell’urlo.

Ecco Hollywood Lost and Found sul Wilhelm:

E On the Media ha fatto un bel pezzo sulla storia dell’urlo.

Spiegano che il doppiatore che per primo urlò il Wilhelm è ancora sconosciuto, ma il suo lavoro è ovunque. In effetti, è una specie di gara tra i sound designer per inserire l’urlo nei loro lavori. David Serchuk, di On the Media, spiega la semi-ossessione di Stephen Altobello di inserire di nascosto l’urlo: “

Altobello ha detto a Serchuk che ammira molto chi ha inserito il Wilhelm nel film di Judy Garland A Star is Born:

Ho anche provato a mischiarlo, a inserirlo in una traccia in modo che non possa essere rimosso. Come se volessi il suono dell’auto su quel televisore, devi avere l’urlo. Non posso nemmeno girare – sai – e mi comporto da stupido, come, “Beh, non lo so! È solo una parte di esso! Capite?” Ho cercato di farlo entrare in uno speciale della HBO sul doposcuola sul non usare droghe, ma il regista l’ha ritirato. Ho cercato di farlo entrare in un film intitolato Chicago Cab, e mi hanno detto: “Mi stai prendendo in giro”. Chiunque l’abbia messo nel film in sottofondo per una scena, va bene; probabilmente era previsto. Ma chi ha trovato il modo di infilarlo nell’arrangiamento di una canzone di Judy Garland, è qualcuno che ha davvero fatto il massimo, credo, perché il film si ferma ed è l’unica cosa che succede. Io non sarò mai in grado di farlo.

C’è qualcosa di inquietante nella persistenza dell’urlo di Wilhelm, dice Antebello. “Mi sono sempre chiesto quali fossero le persone che erano parenti, come la donna la cui voce è su “At the Tone the Time Will Be”. Ho sempre pensato, beh, e se fosse l’ex ragazza di qualcuno o qualcosa del genere che chiama e ascolta il tempo?”

Ma il Wilhelm non è l’unico urlo là fuori. C’è anche il meno noto Howie. Motherboard identifica dove loro (e io) hanno sentito per la prima volta l’Howie.

Derek Mead, managing editor di Motherboard, scrive:

Un ricercatore internet incredibilmente intrepido l’ha rintracciato nella libreria sonora “Premiere” di Hollywood Edge, dove è conosciuto senza tanti complimenti come “Screams 3; Man, Gut-wrenching Scream And Fall Into Distance”. Potreste riconoscerlo da Face/Off, Last Action Hero, Beethoven’s Second (?) o l’intro di “Aaahh!!! Real Monsters”, ma è stata anche inserita in una tonnellata di videogiochi.

Quindi, qual è meglio? Il classico Wilhelm o il poco apprezzato Howie? Motherboard dice la sua:

Per Halloween, penso che l’Howie sia molto più ridicolo e terrificante, specialmente quando ha un suono più vuoto come alla fine di “Real Monsters”. Ma, ehi, il Wilhelm ha certamente il pedigree migliore, questo non si può negare. Comunque, l’Howie è il mio urlo hollywoodiano preferito. Qual è il tuo?

Altro da Smithsonian.com:

Where Fear Lives
Fearing the Worst

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.