Un’ode a Excel: 34 anni di magia

In un’epoca in cui “il software sta mangiando il mondo”, cosa possiamo imparare dallo strumento che ha resistito alla prova del tempo? Questo pezzo illustra come i fondamenti di Excel possono essere usati per immaginare la prossima ondata di tecnologie a prova di proiettile.

2015: Ti amo
2016: Ti amo
2017: Ti amo
2018: Ti amo
2019: Ti amo

Un “ti amo” per ogni anno da quando mi sono innamorato di… Microsoft Excel?

Forse vi sorprenderà sapere che non sono il primo a scrivere una lettera d’amore a Excel (o a usarlo per crearne una), né a confessare una dipendenza da Excel. Ma in un’epoca in cui il software sta “mangiando il mondo”, voglio parlare dello strumento che ha resistito alla prova del tempo.

Un anno in Excel

Come molte altre “relazioni”, sono stato introdotto a Excel qualche anno prima, ma il fuoco si è acceso nel 2015. Scherzosamente dico che è stato “l’anno del foglio di calcolo” perché ho trascorso la maggior parte di quell’anno vivendo in uno.

Ho lavorato come analista d’impresa, elaborando numeri per la Fortune 500. Ricordo vividamente che il mio primo giorno mi fu detto di notare come gli altri consulenti più esperti non usavano i loro mouse per navigare nei loro fogli di calcolo. I loro circuiti avevano trasformato le combinazioni di CTRL+ nella memoria muscolare. Presto, anch’io sarei stato così.

Negli anni precedenti, pensavo che la mia capacità di creare un grafico di dispersione con una linea di tendenza significasse che ero abile con lo strumento. Ma quell’anno, sono stato esposto all’immenso potere di Excel. Abbiamo usato lo strumento per costruire modelli complessi che avrebbero previsto qualsiasi cosa, dal prezzo del petrolio per anni alla minimizzazione della cannibalizzazione immobiliare. Tutto ciò che abbiamo costruito era profondamente complicato e proprietario, ma anche solo con un unico strumento: Excel.

Durante i miei 11 mesi in quel lavoro, ho stimato di aver passato oltre 1500 ore in Excel. Per la prospettiva, ci sono meno di 6000 ore in totale in quei giorni di lavoro; incluso il sonno e qualsiasi altra cosa che sono riuscito a inserire intorno a Excel. (Potete scommettere che l’ho calcolato con un foglio di calcolo)

Per essere chiari, non rimpiango un minuto di tutto questo. Ma voglio rifletterci sopra.

Come la tecnologia diventa sempre più onnipresente nelle nostre vite, abbiamo iniziato a difendere i tecnologi dietro queste invenzioni. Scriviamo degli ultimi gadget e delle aziende SaaS come se cambiassero il corso della storia, mentre i VC sono pronti a scommettere milioni sulla prossima coorte. Basta considerare come Musk, Zuckerberg, Page e Bezos sono diventati tutti comuni come nomi di celebrità in casa.

Ma io voglio parlare di Daniel Bricklin e Doug Klunder, o del pezzo di software che nonostante sia stato inventato più di 30 anni fa, vive su centinaia di milioni di macchine. Voglio parlare di uno strumento che ha stimolato industrie completamente nuove e rimane ancora il più grande concorrente di molte aziende new-age.

Anche dopo decenni di innovazione, voglio parlare di Excel.

Parlare di Ubiquity

“Excel è uno dei prodotti di maggior successo nella storia del software”. – Andy Lee, Partner Software Development Engineer di Excel

Che ti piaccia Excel o no, è difficile contestare che è stato un importante sostegno al business moderno.

Solo in termini di pura penetrazione del mercato, Microsoft ritiene che 1 adulto su 5 usi Excel. E nonostante i recenti progressi dei concorrenti come i fogli di Google, si stima che ci siano ancora 1,2 miliardi di licenze di Microsoft Office in circolazione. Confrontate i 13,8 miliardi di dollari che MS Office ha rastrellato nel 2016 rispetto agli 1,3 miliardi di dollari di GSuite, e avrete un’idea del dominio sostenuto del mercato.

Ma ciò che è ancora più impressionante di questa impresa è che stiamo parlando di un software che è stato introdotto oltre 3 decenni fa. E nonostante i numerosi aggiornamenti e la creazione di ora 476 funzioni, i concetti alla base di Excel e persino parte del codice originale rimangono ancora. (Più avanti su questo)

“Si potrebbe pensare che non ci sia codice di 15, 20, 30 anni fa, ma molto lo è ancora”. – Andy Lee, Partner Software Development Engineer di Excel

Ti aspetteresti che questo vecchio software sia ormai obsoleto, ma invece sta prosperando. Una semplice ricerca su Udemy per “Excel” genera più di 10000 risultati, rispetto ai 7000 di Javascript. È anche apparentemente la competenza numero uno menzionata negli annunci di lavoro, trovando la sua strada in ogni 1 su 3. E se accettiamo la natura fondamentale dei fogli di calcolo nel senso che sono effettivamente programmi, Excel rimane l’ambiente di sviluppo software più popolare al mondo.

“Microsoft Excel è l’applicazione di business più familiare, flessibile e ampiamente utilizzata nel mondo grazie alla sua capacità di adattarsi a quasi tutti i processi aziendali”. – La storia di Microsoft Excel

La combinazione di una compatibilità all’indietro pazzesca (più di 30 anni!), una curva di apprendimento dolce e un’interoperabilità quasi completa ha fatto sì che Excel sia stato leader di mercato per molto più tempo di quanto molte aziende potessero mai immaginare. Forse la cosa più importante è che la gente può fidarsi di poter usare il programma completamente fuori dalla scatola. Nessuna dipendenza, nessun boilerplate; funziona e basta.

Così, nonostante centinaia di nuovi prodotti Microsoft siano stati rilasciati dalla nascita di Excel, il CEO Satya Nadella pensa ancora che il suo foglio di calcolo si distingua.

“Pensate a un mondo senza Excel. Per me è semplicemente impossibile”. – Satya Nadella

Cambiare il corso della storia

Anche se un po’ drammatico, Microsoft Excel ha cambiato fondamentalmente il modo in cui le persone gestiscono la loro vita e i loro affari.

Personalmente, faccio tutto in fogli di calcolo. Tengo traccia della mia vita (da quanto spesso faccio esercizio a quanto spesso uso il filo interdentale), creo liste, progetto le mie finanze e molto altro. La bellezza dei fogli di calcolo è nei fondamenti, che è esattamente il motivo per cui lo strumento può essere tradotto in decine di usi pratici.

“Non so mai come la gente usa Excel, perché è usato in così tanti modi diversi”. – Terrence Huang, Partner Development Mangaer di Excel

Canale Youtube: “Excel is Fun”

Al suo centro, Excel ha fatto e fa ancora qualcosa di fondamentale. Ha preso qualcosa che prima era riservato a pochi eletti – l’analisi numerica intensiva – e l’ha reso accessibile, e persino divertente, per il resto del mondo.

“Excel ha effettivamente cambiato il modo in cui funziona il business, rendendolo davvero facile da usare per le persone ed essere in grado di prendere decisioni e fare calcoli e mettere grafici sui loro dati” – Derek Burney, Corp VP Data and BI, VP – Data and Business Intelligence

Anche se Excel non ha fondamentalmente inventato il foglio elettronico (ne parleremo più avanti), è stato il veicolo per portare il calcolo dinamico nel mainstream. Zuck non è stato il primo a costruire un social network, né Musk l’unico a pensare che possiamo rendere possibile una spedizione spaziale commerciale. Ma sono loro a costruire queste cose su scala, proprio come Excel ha preso il concetto di foglio elettronico e l’ha consegnato al mondo.

L’avvento di MS Excel è stata una di quelle innovazioni che definiscono l’era; una di quelle che “ha lanciato migliaia di startup e giustificato milioni di licenziamenti”, e che ora ha stimolato industrie completamente nuove. Basta considerare la fascia di titoli di lavoro che sono emersi nella business analytics, proprio come quella in cui ho trascorso la maggior parte del 2015. Questi lavori non esistevano prima che Excel ci permettesse di elaborare e visualizzare i dati; di giocare con il “cosa succede se”.

“Le aziende e le organizzazioni hanno un sacco di informazioni o dati che si trovano nei sistemi di back-end, e abbiamo bisogno di essere in grado di dare alle persone la possibilità di guardare quei dati, girarli, analizzarli, ruotarli, ed esaminarli in modi diversi in modo che possano scoprire qualche intuizione. Quindi, Excel gioca un ruolo enorme in tutto il mondo della business intelligence, in virtù del fatto che è lo strumento che la gente usa. È quello che effettivamente toccano”. – Derek Burney, Corp VP Data and BI, VP – Data and Business Intelligence

Oltre aziende sono completamente costruite sulla base di Excel. E per quelle in cui Excel non è mission critical, è quasi sempre ancora parte della missione. Ciò che è folle, ma anche incredibile, è che nel 2019 stanno ancora emergendo nuove aziende che hanno ancora Excel come loro principale concorrente.

Il concorrente più agguerrito della maggior parte delle startup? I fogli di calcolo personali che già risolvono il 90% del problema.

– Hjalmar Gislason (@hjalli) February 2, 2018

E anche se sono emerse numerose nuove tecnologie e le imprese raccolgono $Ms di dollari, le persone optano ancora per Excel. Secondo uno studio di Gartner del 2015, più della metà dei leader IT ha dichiarato di optare “principalmente” o “completamente” per i fogli di calcolo quando si eseguono analisi. Questo indica solo la concorrenza esplicita che Excel esercita sul settore dell’analisi dei dati, ma non trasmette l’applicazione illimitata per cui la gente usa questo strumento: costruire liste di cose da fare, registri di esercizi, fogli di inventario e molto altro. Persino Excel ha usato il suo prodotto per generare la lista RSVP per la celebrazione del loro 30° anno.

“I fogli di calcolo sono usati per tutto. Dai database leggeri, alle todo-lists e alla programmazione, alla raccolta di dati, all’analisi dei dati e alla sofisticata elaborazione aziendale. Questi sono tutti esempi di usi comuni del software per fogli di calcolo, e questo ovviamente non è affatto un elenco completo delle cose per cui i fogli di calcolo sono usati”. – Hjalmar Gislason

Immaginare un mondo senza Excel

” seduto accanto a una persona su un aereo e ho iniziato a parlare e mi ha afferrato per la camicia, “Lavori su Excel? Io amo Excel!””. – Jon Devaan, Sr. VP Windows Development

Le persone (come me) non usano solo Excel. Lo amano. E mentre facevo ricerche per questo articolo, mi sono imbattuto in una semplice domanda: “Se Excel scomparisse, cosa useresti?”

Per alcune delle soluzioni più semplici che fornisce, ci sono certamente dei parallelismi. Ma per le sue applicazioni più complicate, non sono sicuro che ci sia davvero un sostituto. Mi chiedo davvero quante aziende sarebbero “sfortunate” se Nadella si svegliasse un giorno e decidesse di tagliare Excel.

Quante aziende non sarebbero in grado di funzionare?

Considera non solo il numero di imprese esplicite che sono state costruite a partire da Excel, ma anche l’enorme quantità di business intelligence che funziona a partire dagli strumenti. Tutti i cruscotti. Tutte le decisioni finanziarie. Tutte le previsioni. Così tanto nel nostro ecosistema aziendale funziona su questo prodotto; certamente ogni lavoro che ho occupato negli ultimi 5 anni.

“Abbiamo società finanziarie che lo usano per analizzare grandi quantità di dati per eseguire simulazioni in modo da poter aiutare a determinare cosa succederà nel mondo. Non usano Excel solo come strumento per scrivere formule. In realtà costruiscono soluzioni sopra Excel. Cose che funzionano da 10-15 anni”. – Terrence Huang, Partner Development Mangaer di Excel

Quando Hiten Shah ha chiesto su Twitter “Qual è un’app / prodotto che usi al lavoro di cui non puoi fare a meno?”, il commento più votato – battendo le app new-age tra cui Zoom, Slack, Notion, 1Pass, Webflow, e molti altri – non era altro che nonno Excel.

Se fosse una decisione tra tenere #Excel o, letteralmente, ogni altra app – terrei Excel pic.twitter.com/9IcG978pQ5

– Jon Carroll (@jondcarroll) July 22, 2019

Quindi, mentre Excel potrebbe non rimanere in giro per sempre, è davvero difficile immaginare un passato, un presente e un futuro senza di esso. E durante il suo regno, ha certamente cambiato il corso della storia.

Scrivo una newsletter settimanale su produttività, lavoro a distanza, crescita continua e tecnologia. Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti agli oltre 2400 abbonati qui. Previsioni: 0% di spam.

La storia di Excel

34 anni di magia

Per quanto ami il prodotto (ti ho detto che amo Excel?), ho anche imparato ad amare la storia di MS Excel.

Se torniamo indietro all’invenzione di Excel (34 anni fa), molto è cambiato nel modo in cui le persone comunicano e lavorano. Eppure, Excel nei suoi fondamenti non è cambiato.

Prima che vi mettiate in difficoltà, è importante notare che Microsoft non ha inventato il concetto di foglio di calcolo. Se non Microsoft, allora chi ha inventato il foglio elettronico? Dobbiamo ringraziare Dan Bricklin e Bob Frankston.

Dan è comunemente considerato l’inventore o il “padre del foglio elettronico”, dopo aver creato la prima applicazione di foglio elettronico: VisiCalc – che sta per calcolatrice visibile – nel 1979, insieme a Bob Frankston. Dan è stata la prima persona a concettualizzare la struttura a griglia che continua ad essere la spina dorsale del foglio elettronico moderno. Infatti, se cercate “chi ha creato Excel?” su Google, il nome di Dan appare, nonostante non sia mai stato impiegato da Microsoft.

“Ho immaginato una lavagna magica, che se cancellavi un numero e ci scrivevi una cosa nuova, tutti gli altri numeri cambiavano automaticamente Ho immaginato che la mia calcolatrice avesse l’hardware del mouse sul fondo e un head-up display come in un aereo da caccia.”- Dan Bricklin, TEDxBeaconStreet 2016

Come tecnologia, l’invenzione del foglio elettronico ha accelerato l’intera industria dei PC. A Steve Jobs viene attribuito il merito di aver detto che VisiCalc, ha spinto l’Apple II al successo che ha raggiunto più di qualsiasi altro singolo evento.

“Ci sono state due vere esplosioni che hanno spinto l’industria in avanti. La prima è avvenuta nel 1977 ed è stato il foglio elettronico”. – Steve Jobs

Questo fu veramente l’inizio dell’informatica WYSIWYG (What You See Is What You Get), qualcosa che ora diamo per scontato. I contributi di Bricklin e Frankston furono portati avanti nel 1983 da un’altra società, Lotus Software (in seguito parte di IBM), lanciando un più popolare Lotus 1-2-3.

Nello stesso periodo, Microsoft aveva già lanciato il suo precursore di Excel chiamato Multiplan (nome in codice: Electronic Paper), che purtroppo faticava a competere con il Lotus 1-2-3. Infatti, Jon DeVaan (membro di Excel 1.0) ricorda che nel 1984 il mercato dei fogli di calcolo era praticamente al 100% MS-DOS e Lotus 1-2-3.

Recalc or Die

Microsoft decise di investire nello sviluppo di un nuovo prodotto con il nome in codice: Odyssey.

Con il successo di Microsoft ora, è difficile immaginare l’azienda come una sfavorita o che il progetto Odyssey fosse uno che sfidava le probabilità, ma i creatori di Excel 1.0 erano solo un piccolo team di quattro persone: Mike Koss (team lead), Jabe Blumenthal (program manager), Doug Klunder (lead developer) e Jon DeVaan (copy protection). Altri membri del primo team includono Steve Hazlerig, Ed Ringness, Charles Simonyi, John Hopper. Per avere un senso dell’epoca in cui Excel è stato creato, considerate che Microsoft ha rivelato il suo mouse, il Microsoft Mouse, solo due anni prima nel 1983.

“Era un prodotto che Microsoft ha costruito da zero. Ha iniziato da sfavorito e ha avuto un successo senza precedenti e ora è una vera e propria missione critica per la maggior parte delle aziende in tutto il mondo”. – Andy Lee, Partner Software Development Engineer di Excel

Ironicamente, quando Lotus 1-2-3 stava battendo Microsoft sulle macchine MS-DOS, Microsoft prese la difficile decisione di sviluppare un prodotto per il Mac, poiché Lotus non era disponibile su quel sistema operativo ed era più veloce nell’eseguire i calcoli richiesti. La decisione non fu presa alla leggera, con Doug Klunder che si dimise quando fu presa la decisione.

“Immaginate di avere questo prodotto in cui uno dei componenti chiave è davvero compreso solo da questo ragazzo che lascerà la routine e andrà a fare il bracciante agricolo migrante giù in California. Non era necessariamente il più tradizionale o stabile degli ambienti”. – Jabe Blumenthal

“Ha causato un po’ di problemi quando ho lasciato a metà. Piuttosto che cercare di scrivere tutto, ho presentato quella che era essenzialmente una conferenza di tre giorni sul design di Excel … che è stata videoregistrata per riferimento”. – Doug Klunder

Fortunatamente per tutti noi, Doug tornò dopo un periodo di coltivazione di campi di lattuga, per creare quella che era forse la caratteristica più critica di Excel 1.0. Riferendosi a Excel come “il suo bambino”, Klunder stima che originariamente entrò in Microsoft da qualche parte nell’intervallo tra i dipendenti numero 45 e 65.

“Vivevo letteralmente nel mio ufficio, dormendo solo poche ore a notte e producendo codice 24 ore su 24, e l’ufficio con la finestra diventava troppo freddo di notte”. – Doug Klunder

Forse la caratteristica vincente di Excel era la sua capacità di ricalcolo che Doug ha sviluppato. Il motto non ufficiale del team era “Recalc or Die”, dopo il “ricalcolo intelligente” di Klunder. Invece di ricalcolare l’intero foglio man mano che i cambiamenti venivano fatti, gli algoritmi di Klunder ricalcolavano solo le celle interessate dal cambiamento. Potete immaginare che in un’epoca in cui la potenza di calcolo era frazioni di quella di oggi, questa era un’enorme impresa di prestazioni che spingeva Microsoft in avanti.

“Quei primi PC non potevano far girare i numeri come fanno le macchine potenti di oggi, con il risultato che cambiare un numero in un foglio di calcolo poteva portare le cose a fermarsi mentre il cambiamento si propagava attraverso tutti i calcoli interconnessi”. – Doug Klunder

La data di rilascio di Excel 1.0 era il 30 settembre 1985 e da quando è uscito, Excel ha veramente preso il comando. Negli anni successivi, ha anche rivendicato molti altri “primati” tra cui il primo a permettere agli utenti di personalizzare l’aspetto del foglio di calcolo, il riempimento automatico e la capacità di copiare intelligentemente le celle.

E nonostante Excel sembri il nome perfetto col senno di poi, il nome in codice del progetto era in realtà Odyssey e i nomi potenziali del prodotto all’epoca includevano Master Plan e Mr. Spreadsheet. Vi immaginate se stessi scrivendo “Un’ode a Mr. Spreadsheet”?

Tenete a mente che questo era un prodotto realizzato ai tempi in cui Microsoft doveva ancora fare l’IPO e la maggior parte dei prodotti era ancora toccata da Bill Gates. E penso che in gran parte il motivo per cui Excel è emerso come leader dei fogli di calcolo era l’ethos dietro Bill e il team di Excel. Infatti, Klunder dà credito a Gates stesso per l’idea dietro a come implementare la funzione di ricalcolo intelligente che definisce il prodotto, nonostante Gates gli abbia detto di aver implementato qualcosa di completamente diverso.

“Bill Gates era incredibilmente tecnico. Capiva le varianti, e gli oggetti COM, e IDispatch e perché Automation è diverso da vtables e perché questo potrebbe portare a interfacce doppie. Si preoccupava delle funzioni di data. Non si intrometteva nel software se si fidava delle persone che ci stavano lavorando, ma non si poteva prenderlo per il culo neanche per un minuto perché era un programmatore. Un vero, reale, programmatore”. – La mia prima recensione di BillG

La storia si riduce a una squadra che si è concentrata su obiettivi a lungo termine e ha costruito un sistema che potrebbe (e sarebbe) essere un leader di mercato per i decenni a venire.

Microsoft Excel 1.5 per Mac (1985)

“Quando si pensa alla longevità di Excel, è incredibile. Abbiamo avuto questa incredibile etica di essere davvero efficienti nel modo in cui abbiamo programmato Excel, che penso sia un eccellente fondamentale a lungo termine”. Jon Devaan, Sr. VP Windows Development

“Naturalmente sono state aggiunte molte funzioni, ma le basi del foglio di calcolo sono le stesse. E io uso ancora i fogli di calcolo che ho creato 25-30 anni fa”. – Doug Klunder

Scrivo una newsletter settimanale su produttività, lavoro a distanza, crescita continua e tecnologia. Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti agli oltre 2400 abbonati qui. Previsioni: 0% possibilità di spam.

In un’epoca in cui “il software sta mangiando il mondo”, dobbiamo chiederci: “Cosa possiamo imparare da questa storia di Excel?”

Se posso trasmettervi qualcosa in questo pezzo, non è il mio amore per Excel né quanti soldi sta facendo Microsoft, ma come i fogli di calcolo hanno cambiato radicalmente l’accesso alle informazioni. Ha preso qualcosa che solo poche persone potevano elaborare (dati) e ha permesso al mondo di toccarlo, vederlo e manipolarlo. Non c’era più solo una scatola nera.

“Questa era davvero la cosa importante a quel tempo, spostare il software, sapete, dalla modalità utente della tesi di dottorato a qualcosa che una persona media potesse usare”. Jon Devaan, Sr. VP Windows Development

Il concetto di consentire l’accesso è qualcosa che noi utenti diamo spesso per scontato, ma un principio che i tecnologi hanno sfruttato per decenni. E proprio come Excel non ha inventato il foglio di calcolo, non è necessario inventare il concetto, ma piuttosto costruire il ponte di accesso. Questo ponte di accesso ha semplicemente bisogno di identificare un vincolo per molti individui e di rimuoverlo, idealmente con la tecnologia, proprio come Klunder ha permesso un alto calcolo su macchine lente con il calcolo intelligente.

Per essere più concreti, ecco alcuni esempi new age:

  • Società come Webflow o WordPress o Squarespace rendono eccezionalmente facile creare siti web.
  • Ghost, con cui questo blog è stato creato, rende eccezionalmente facile lanciare un blog di alta qualità in pochi minuti.
  • Stripe, rende eccezionalmente facile per i commercianti indipendenti vendere online, proprio come Shopify ha reso eccezionalmente facile per qualsiasi persona vecchia di iniziare un business eCommerce.

Il mondo già glorifica questi strumenti, ma spesso non si siede a riflettere sull’accesso completamente nuovo che ci hanno dato. Senza questi strumenti, solo un piccolo sottoinsieme di individui con esperienza su misura poteva partecipare. Ora, tutto il mondo può farlo.

In mezzo alla rivoluzione “no code”, possiamo considerare Excel come un illuminante caso di studio con un concetto simile: creare un ponte di accesso a qualcosa di valore. Quindi la domanda ora diventa: “Qual è qualcosa attualmente ai margini – qualcosa a cui solo pochi esperti hanno accesso – che fondamentalmente gioverebbe alla popolazione più ampia? E cosa può essere costruito per permettere a questi individui?”

Ora il nostro lavoro è quello di identificare qualcosa di valore che molte persone hanno ritenuto inaccessibile per loro, e poi renderlo accessibile.

Long live Excel.

PS: Unitevi alla conversazione su Twitter.

Se vuoi sponsorizzare questo sito o la mia newsletter, inizia qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.